“Niente fiori ma opere di bene” al Nuovo Sanità

Standard

nts_nientefioriTornano in scena al Nuovo Teatro Sanità le tre cattivissime signore de “La terza comunione”. Da mercoledì 28 fino a venerdì 30 dicembre, infatti, sul palco di piazzetta San Vincenzo, le protagoniste dello spettacolo di successo della passata stagione ritornano in “Niente fiori ma opere di bene” (scritto e diretto sempre da Mario Gelardi).

Lo spettacolo è un piccolo esperimento di drammaturgia seriale che vede i personaggi impegnati in un’altra avventurosa funzione religiosa, questa volta un funerale: dalla visita a casa della vedova, al corteo funebre.

Ad interpretare le tre bizzoche en travesti, Carlo Caracciolo, Luigi Credendino e Ciro Pellegrino, affiancati da Anna De Stefano, Carlo Geltrude e Sasi Nicolella.

La voce delle tre donne di chiesa è la voce della collettività, di un atavico “pulpito da cui viene la predica”, quello di chi siede tra i banchi e sottovoce, tra una preghiera e un salmo, commenta tutto, ma proprio tutto quello che accade in chiesa e fuori. Una sorta di coro greco ristretto dalla voce feroce, quella di chi crede di essere sempre seduto dalla parte giusta.

Orario spettacoli: ore 21.00. Il Nuovo Teatro Sanità si trova in piazzetta San Vincenzo 1 (Rione Sanità) a Napoli. Per info e prenotazioni: 339 66 66 426 | info@nuovoteatrosanita.it | nuovoteatrosanita.it

Prima Unione civile a Volla (Na) osteggiata dal Sindaco

Standard

volla-municipio-1Come riportato da alcune testate online, due ragazzi di Volla (Na) che lo scorso 13 dicembre si sono uniti civilmente sono al centro di una singolare vicenda.

Infatti la cerimonia – la prima Unione civile del comune di Volla – non solo è stata celebrata da un’anonima impiegata, visto che il Sindaco Andrea Viscovo ha preferito non officiarla, ma oltretutto si è svolta presso l’ufficio Anagrafe dato che, sempre per disposizione del primo citadino, non è stata messa a disposizione la sala del Municipio di solito utilizzata per officiare i matrimoni civili.

Nei mesi scorsi, dopo l’approvazione della legge Cirinnà, pare che il Sindaco nel corso di un Consiglio Comunale avesse espresso una certa contrarietà circa la celebrazione delle Unioni civili, parlando anche di “obiezione di coscienza” Continua a leggere

“NapoliDivine”, il cinema contro il pregiudizio

Standard

napolidivineArriva a Napoli la rassegna cinematografica NapoliDivine, dedicata ai temi dell’identità di genere, della disabilità e delle migrazioni: sotto la direzione artistica di Claudio Finelli sarà proposta una retrospettiva del Divine Queer Festival di Torino insieme a contributi originali legati al contesto partenopeo.

L’evento si svolgerà in due momenti distinti ma strettamente integrati: il primo dedicato alle scuole, il secondo a tutta la cittadinanza. Nei giorni 14 e 15 dicembre, infatti, al PAN – Palazzo delle Arti di Napoli si svolgeranno le proiezioni rivolte agli studenti (nella convinzione che la cultura delle differenze sia un valore fondamentale nella formazione dell’individuo)

Nei giorni 20 e 21 dicembre presso Officine Gomitoli si terranno, invece, le proiezioni aperte a tutti. Ad aprire e chiudere la rassegna sarà il documentario “Priscilla in Mykonos” di Daniele Sartori (2015) dedicato alla storia umana e artistica della drag queen Priscilla che è anche madrina dell’evento. Continua a leggere

Omovies, al via la nona edizione

Standard

omovies2016Prenderà il via martedì 13 dicembre presso il Cinema Academy Astra la nona edizione di Omovies Film Festival, la più importante rassegna di cinema lgbtq del sud Italia organizzata da iKen Onlus.

A tagliare il nastro alle 20.30 sarà la madrina Vladimir Luxuria. A seguire la proiezione fuori concorso del corto “Misteriosofica fine di una discesa agli inferi” diretto da Giuseppe Bucci e interpretato da Imma Villa a cui sarà consegnato il Premio Speciale Ken.

Oltre alla proiezione dei film in concorso, ci sono in programma una serie di eventi: la proiezione del film “Favolose! Storie In Passerella” di Roberta Ferrar e Luca Oliviero, a cui seguirà un incontro con Ileana Capurro e Loredana Rossi di ATN – Associazione Trans Napoli (mercoledì 14 alle ore 20.00); l’incontro con l’attore indiano Yuvraaj Parashar, protagonista, per la prima volta nella storia di Bollywood, di un bacio tra due uomini (giovedì 15 alle 14.30 presso l’Istituto Cervantes); la consegna del Premio OK, dedicato alla memoria della cantante transgender Valentina OK e la proiezione del lungometraggio “Kiki” di Sara Jordenö,a cui seguirà un dibattito moderato da Antonio Borrrelli, presidente di ArciMovie, a cui prenderanno parte Rami Shakra, funzionario della Missione Diplomatica degli USA in Italia e Carlo Cremona, presidente di Ken Onlus e direttore artistico di Omovies (venerdì 16 dalle 19.30). Continua a leggere

Poetè contro l’Aids: “L’amore ai tempi dell’Hiv”

Standard

poete_redribbon Nuovo appuntamento nel salottino del Chiaja Hotel de Charme con la rassegna letteraria Poetè, interamente dedicato alla Giornata Mondiale per la Lotta all’Aids che si è celebrata nei giorni scorsi.

Martedì 6 dicembre , infatti, ospite del salotto letterario curato da Claudio Finelli sarà Sandro Verniani autore del romanzo “L’amore ai tempi dell’Hiv” (Epsil). Insieme all’autore interverrà Margherita Errico, presidente nazionale NPS Italia Onlus. Letture a cura di Ciro Pellegrino.

Protagonisti del romanzo sono due ragazzi occidentali a Shanghai che cercano di vivere la loro storia d’amore anche quando uno di essi scopre di essere Hiv positivo. Continua a leggere

Giornata contro l’Aids a Napoli: incontri e test gratuiti

Standard

test_2017Dal 1981 l’Aids ha ucciso oltre 25 milioni di persone, diventando una delle epidemie più distruttive che la storia ricordi. Per quanto in tempi recenti l’accesso alle terapie e ai farmaci antiretrovirali sia migliorato in molte regioni del mondo, e la terapia abbia trasformato l’HIV in una condizione cronicizzata e gestibile, l’Aids miete ogni anno milioni di vittime (tra cui molti bambini).

Come ogni 1° dicembre, anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale contro l’Aids: dal 1987 questo appuntamento è dedicato ad accrescere la coscienza dell’epidemia mondiale di Aids dovuta alla diffusione del virus HIV. Arcigay Napoli propone e sostiene una serie di inziative che si svolgeranno nel corso della settimana.

Giovedì 1° dicembre presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II (in vico Monte di Pietà, 1) si svolgerà il convegno internazionale “Dalla cura al prendersi cura” organizzato dall’Osservatorio LGBT. Sempre giovedì, dalle ore 15 alle ore 20 presso la sede di Arcigay Napoli (in vico San Geronimo 17) sarà possibile effettuare i test Hiv rapidi e gratuiti.

Inoltre fino al 1° dicembre, inoltre presso il PAN – Palazzo della Arti di Napoli sarà possibile visitare la mostra “Contagio dei corpi” di Domenico Salierno e Alessandro Riccio organizzata da NPS-Network Persone Sieropositive con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Continua a leggere

Omofobia a Napoli, aggressione a Fuorigrotta

Standard

omofobia_fuorigrottaArcigay Napoli segnala l’ennesimo caso di omofobia a Napoli: è accaduto domenica mattina in un bar di piazzale Tecchio a Fuorigrotta, spesso ritrovo della comunità lgbt napoletana al termine delle serate in discoteca del sabato; la vittima è Konstantin, un ragazzo di origini russe, che si apprestava a fare colazione con un amico.

A scatenare la violenza omofoba un diverbio con la commessa del bar che è sfociato prima in un’aggressione verbale della stessa barista e poi in violenza fisica da parte di due avventori del locale che hanno colpito Konstantin nell’indifferenza dei titolari. Al Pronto Soccorso i medici hanno riscontrato contusioni, eritemi e un trauma psichico.

L’associazione chiede un’intervento della Regione affinché, in attesa di una legge nazionale, velocizzi il percorso verso una legge regionale contro l’omo-transfobia Continua a leggere

Hiv e qualità della vita, un convegno alla Federico II

Standard

osservatoriolgbt_prendersicuraI progressi degli ultimi decenni hanno modificato, in maniera significativa, le prospettive per i 2,3 milioni di europei che oggi convivono con l’Hiv; l’aspettativa di vita per i pazienti che iniziano precocemente il trattamento farmacologico è quasi del tutto paragonabile a quella della popolazione generale. In Italia più del 90% dei pazienti in terapia ha una viremia perfettamente controllata con un progressivo recupero dell’immunità; grazie al successo terapeutico, l’età media dei pazienti italiani con Hiv sta progressivamente aumentando.

In conseguenza di tali progressi è cambiata anche la percezione dell’infezione da Hiv che non è più vissuta come una sentenza di morte ma che continua spesso a rappresentare uno stigma che produce serie forme di marginalità sociale.

Partendo da questi presupposti, e in occasione della Giornata Mondiale di lotta all’Aids che si celebra il 1° dicembre, il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ospiterà il Convegno internazionale “Dalla cura al prendersi cura. Qualità della vita e longevità dei pazienti con Hiv in Italia”.

Il Convegno, coordinato dal Prof. Fabio Corbisiero e dalla Prof.ssa Gianfranco Ranisio, ha l’obiettivo di fare il punto della situazione sul tema e dibattere sulle questioni legate alla rappresentazione della malattia e alla qualità della vita dei pazienti con Hiv: durante la giornata si alterneranno presentazioni sul ruolo della ricerca medica, sugli effetti medici e sociali della mancata prevenzione, sul ruolo e sulla funzione delle istituzioni educative, della comunicazione e dell’associazionismo e, infine, sui comportamenti discriminatori. Continua a leggere

“Il sentiero dei passi pericolosi”, Bouchard al NEST

Standard

Sabato 19 novembre al termine dello spettacolo, Michel Marc Bouchard incontrerà il pubblico. L’incontro sarà moderato da Michele Mele, art manager per la compagnia Stabile/mobile Antonio Latella e docente di organizzazione teatrale Accademia Silvio d’Amico.

bouchardSabato 19 e domenica 20 novembre al NEST – Napoli Est Teatro andrà in scena “Il sentiero dei passi pericolosi” di Michel Marc Bouchard per la regia di Simone Schiocca e l’interpretazione di Mauro Parrinello, Andrea Fazzari e Matteo Sintucci.

Protagonisti della piéce sono tre fratelli molto diversi fra loro: il piccolo borghese Carl, il gallerista omosessuale Ambroise e il silenzioso Victor. Il giorno delle nozze di uno di loro viaggiano insieme verso il luogo della cerimonia ma si perdono in una foresta. In questa solitudine sono costretti a parlarsi: s’illuminano così, violentemente, episodi del loro passato. Continua a leggere

TDoR 2016 in ricordo di Piccola Ketty

Standard

orgoglio_transCome ogni anno, il 20 novembre prossimo ci celebrerà a livello mondiale il TDoR – Transgender Day of Remembrance. La manifestazione che intende commemorare tutte le vittime di odio transfobico nasce ufficialmente nel 1999 per ricordare la morte, avvenuta l’anno prima di Rita Hester, una donna transgender di San Francisco.

Dal 2008, cioè da quando esiste il registro del Trans Murder Monitoring sono state centinaia le segnalazioni di morti dovute a transfobia. L’Italia, in tale senso, ha un triste primato: 30 vittime negli ultimi 8 anni di cui 5 nel 2016 (2 a Napoli).

“In città restano numerosi gli atti violenti rivolti all’estesa comunità trans – spiega Daniela Lourdes Falanga, responsabile delle politiche trans di Arcigay Napoli – ancora in gran parte messa ai margini dal forte stigma che nega l’accesso al mondo del lavoro e obbliga alla prostituzione oltre l’80% delle donne, perpetuando in quell’irragionevole atteggiamento di negazione che priva addirittura di un ricovero dignitoso, come nel caso di Nunzia Lo Preiato, che vede violenze inaudite rivolte, soprattutto la notte, alle donne trans costrette ai marciapiedi esistenziali come, solo quest’anno, Lia o Naomi per non parlare dei casi gravi di cui ci siamo dovuti occupare negli anni precedenti”

Continua a leggere