Regione, approvata la legge contro il bullismo anche di matrice omotransfobica

Standard

campania_logoIl Consiglio Regionale della Campania ha approvato ieri all’unanimità la legge contro il bullismo e il cyberbullismo, con un riferimento specifico al bullismo omotransfobico.

Il risultato è il frutto del lavoro del Consigliere Carmine De Pascale (capogruppo alla Regione della lista De Luca Presidente), supportato dagli altri componenti della VI commissione, e in particolare dal Consigliere di opposizione Luigi Cirillo (Movimento 5 Stelle). Quest’ultimo, nel corso della discussione, ha preso la parola per sottolineare il valore di questa legge contro l’omofobia e il bullismo omofobico rilanciando anche la costituzione dell’Osservatorio Regionale contro i fenomeni di omotransfobia.

La legge prevede, tra i vari punti, l’istituzione della Settimana Regionale d’Azione contro il Bullismo e il Cyberbullismo, un fondo speciale per gli interventi nelle scuole, l’istituzione del Comitato Regionale per la lotta al bullismo e al cyberbullismo e l’istituzione di programmi di formazione e supporto per i genitori.

“In attesa della legge nazionale sul bullismo, fermo alla Camera dopo l’approvazione al Senato – dichiara il Consigliere De Pascale – non potevamo aspettare oltre e dare un segnale forte per il benessere sociale dei nostri giovani”

“Questa legge rafforza il nostro impegno territoriale nelle scuole – dichiara Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli – perché possa essere diffusa una nuova cultura delle differenze e del rispetto a partire proprio dei giovanissimi, proprio dalle scuole. Ora ci auguriamo che sia presto discussa e approvata la legge regionale contro l’omotransfobia sul quale ci auguriamo vi sia un’uguale prova di maturità sia da parte della maggioranza che delle opposizioni”