Il Napoli scende in campo contro l’omofobia

Standard

lacci_rainbowDopo lo spiacevole episodio al termine della partita di Coppa Italia Inter-Napoli e dopo le scuse, accettate da Mancini e dall’Inter, il Napoli Calcio e il suo allenatore Maurizio Sarri hanno deciso di scendere in campo contro l’omofobia.

Giovedì 28 gennaio a Castelvolurno (Na) il tecnico del Napoli, infatti, incontrerà una delegazione di Arcigay Napoli nel corso del quale gli saranno consegnati i lacci rainbow contro l’omofobia.

Al termine dell’incontro, alle ore 15.00, si svolgerà la partita tra il Napoli Calcio e la squadra del San Vito Positano (di cui è presidente Alessandro Cecchi Paone) che sarà trasmessa in diretta su Mediaset Premium (sui canali 370 e 380 del Digitale Terrestre).

“Siamo pronti – dichiara Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli – a incontrare Sarri e il Napoli calcio per chiudere con una stretta di mano e sul campo una vicenda che ha fatto finalmente parlare di omosessualità e omofobia nel mondo dello sport, una ‘provvida sventura’ che speriamo possa rappresentare la svolta per l’abbattimento di una cultura sessista e maschilista nel mondo del calcio e dello sport in generale”

Una pace sancita già sabato scorso, durante il corteo per l’Uguaglianza e le Unioni civili Sveglia Napoli, nel corso del quale alcuni manifestanti hanno cantato il tormentone dei tifosi napoletani leggermente modificato in nome della Parità dei diritti: “un giorno all’improvviso mi innamorai di te / il cuore mi batteva, non chiedermi perché / di tempo ne è passato, ma sono ancora qua / e oggi come allora vogliamo parità”.