“Il sentiero dei passi pericolosi”, Bouchard al NEST

Standard

Sabato 19 novembre al termine dello spettacolo, Michel Marc Bouchard incontrerà il pubblico. L’incontro sarà moderato da Michele Mele, art manager per la compagnia Stabile/mobile Antonio Latella e docente di organizzazione teatrale Accademia Silvio d’Amico.

bouchardSabato 19 e domenica 20 novembre al NEST – Napoli Est Teatro andrà in scena “Il sentiero dei passi pericolosi” di Michel Marc Bouchard per la regia di Simone Schiocca e l’interpretazione di Mauro Parrinello, Andrea Fazzari e Matteo Sintucci.

Protagonisti della piéce sono tre fratelli molto diversi fra loro: il piccolo borghese Carl, il gallerista omosessuale Ambroise e il silenzioso Victor. Il giorno delle nozze di uno di loro viaggiano insieme verso il luogo della cerimonia ma si perdono in una foresta. In questa solitudine sono costretti a parlarsi: s’illuminano così, violentemente, episodi del loro passato.

Un testo che rivela la solitudine dei mondi in cui spesso ci si ritrova a vivere. Personaggi, ruoli, che diventano gabbie, routine, da cui risulta impossibile distaccarsi per trovare spazi di dialogo. Una metafora dell’inconciliabilità di mondi nati e predestinati per essere vicini e che in verità si rivelano tragicamente sconosciuti. Unica occasione di fuga: ritrovarsi in un non luogo, far cadere le proprie difese e i propri schemi, ritrovarsi a nudi e senza le proprie proprie maschere. E proprio quando tutto sembra perduto, ecco palesarsi l’occasione di incontro con il vero sé e con l’altro, nella sua tragicità, verità, ma soprattutto essenza.

Michel Marc Bouchard è uno fra i più noti autori contemporanei canadesi: nato nel 1958, ha iniziato la propria attività di scrittore negli anni Ottanta, imponendosi all’attenzione della critica e del pubblico con lavori incisivi nei contenuti e forti nello stile espressivo. È molto amato anche in Italia, tanto che Franco Quadri ha parlato di lui come di “un autore che sfugge ad ogni definizione, scrivendo testi arrabbiati realistici e metaforici ad un tempo su storie locali col dono dell’universalità”. Sabato 19 al termine della rappresentazione, Bouchard incontrerà il pubblico.

Orario spettacoli ore 21.00 (sabato) e ore 18.00 (domenica) in via Bernardino Martirano 17 a San Giovanni a Teduccio.
Per info: infoline: 320 8681011 | 338 2376132 | www.napoliestteatro.com