TDoR 2016 in ricordo di Piccola Ketty

Standard

orgoglio_transCome ogni anno, il 20 novembre prossimo ci celebrerà a livello mondiale il TDoR – Transgender Day of Remembrance. La manifestazione che intende commemorare tutte le vittime di odio transfobico nasce ufficialmente nel 1999 per ricordare la morte, avvenuta l’anno prima di Rita Hester, una donna transgender di San Francisco.

Dal 2008, cioè da quando esiste il registro del Trans Murder Monitoring sono state centinaia le segnalazioni di morti dovute a transfobia. L’Italia, in tale senso, ha un triste primato: 30 vittime negli ultimi 8 anni di cui 5 nel 2016 (2 a Napoli).

“In città restano numerosi gli atti violenti rivolti all’estesa comunità trans – spiega Daniela Lourdes Falanga, responsabile delle politiche trans di Arcigay Napoli – ancora in gran parte messa ai margini dal forte stigma che nega l’accesso al mondo del lavoro e obbliga alla prostituzione oltre l’80% delle donne, perpetuando in quell’irragionevole atteggiamento di negazione che priva addirittura di un ricovero dignitoso, come nel caso di Nunzia Lo Preiato, che vede violenze inaudite rivolte, soprattutto la notte, alle donne trans costrette ai marciapiedi esistenziali come, solo quest’anno, Lia o Naomi per non parlare dei casi gravi di cui ci siamo dovuti occupare negli anni precedenti”

Per l’occasione anche quest’anno a Torino si svolgerà la Trans Freedom March, realizzata dal Coordinamento Torino Pride mentre a Napoli, in memoria di Piccola Ketty, il collettivo I’m gay anyproblem? con il supporto di Arcigay Napoli organizzerà il flash mob “MI presento ME” (domenica 20 novembre alle ore 17.00), proprio in piazza Garibaldi, luogo degli ultimi episodi violenti ai danni di Noemi.

> consulta il calendario completo degli aventi su arcigaynapoli.org