Svegliati Napoli: 20mila in piazza per l’uguaglianza e le Unioni civili

Standard

svegliatinapoli_plebiscitoCirca 20mila manifestanti, secondo gli organizzatori, sono scesi ieri in piazza a Napoli per chiedere al Parlamento e al Governo, in vista della discussione al Senato del ddl sulle Unioni civili, di accompagnare il Paese verso l’obiettivo dell’uguaglianza.

In contemporanea altre 100 città italiane si sono mobilitate portando in piazza un milione di persone e ci sono state manifestazioni anche fuori le ambasciate di alcune città straniere, ma solo a Napoli si è svolto un corteo sul modello del Pride.

Insieme alle sigle lgbt napoletane hanno aderito all’iniziativa associazioni, sindacati, cooperative sociali e collettivi tra cui l’Arci Napoli, l‘ANPI – Associazione Nazionale Partigiani, la CGIL Napoli, la UIL Campania e, gli studenti della Rete della Conoscenza ma soprattutto tanta gente comune che sui social ha espresso grande vicinanza e solidarità alla comunità lgbt in questo momento storico decisivo per il futuro del Paese.

Il corteo guidato dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris, partito da piazza Carità è arrivato in serata in piazza del Plebiscito: e mentre a Milano il Pirellone, sede della Regione Lombardia, è stato illuminato con una scritta pro family day, a Napoli il colonnato della sua piazza simbolo ha accolto i manifestanti con i colori arcobaleno del movimento lgbt.

Durante il tragitto i manifestanti hanno cantato il tormentone dei tifosi del Napoli leggermente modificato in nome della Parità dei diritti: “un giorno all’improvviso mi innamorai di te / il cuore mi batteva, non chiedermi perché / di tempo ne è passato, ma sono ancora qua / e oggi come allora vogliamo parità”.

Nei giorni precedenti la manifestazione, infatti, è arrivata la notizia che dopo lo spiacevole episodio al termine di Inter-Napoli e dopo le scuse, accettate da Mancini e dall’Inter, il Napoli Calcio e Sarri hanno deciso di scendere in campo contro l’omofobia: l’allenatore del Napoli incontrerà una delegazione di Arcigay e il Napoli calcio organizzerà una partita di calcio con la squadra di Positano di Alessandro Cecchi Paone.

“Calcisticamente diremmo Napoli batte Milano 2 a 0 – commenta Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli – in attesa che questo Paese vinca la vera partita per la parità e l’Uguaglianza con l’approvazione di una legge che non può più attendere e che non consentirà nessun compromesso a ribasso sulla felicità di milioni di cittadine e di cittadini”