In migliaia a Bagnoli per il Mediterranean Pride of Naples

Standard

bagnoliprideCon il Mediterranean Pride of Naples, ha preso il via ieri l’Onda Pride 2016, la lunga estate dell’orgoglio lgbt italiano. In migliaia hanno attraversato il quartiere Bagnoli-Fuorigrotta per il primo Pride italiano dopo l’approvazione della legge sulle Unioni civili.

Il corteo, radunatosi nel primo pomeriggio a piazzale Tecchio, è arrivato in serata in via della Liberazione a Bagnoli con in prima fila la madrina, l’attrice Cristina Donadio, attraversando tutta via Diocleziano, via Bagnoli, costeggiando l’ex-Italsider per poi addentrarsi all’interno del quartiere al motto di “Diritti alla meta, diritti alla felicità”.

All’esterno dell’ex-base Nato è stata ricordata Piccola Ketty, la trans barbaramente uccisa qualche mese fa proprio in quella zona. Una volta all’interno della struttura, riaperta al pubblico per l’occasione, si sono tenuti gli interventi politici aperti dal Sindaco Luigi De Magistris. Al termine degli interventi dei rappresentanti del Coordinamento Campania Rainbow, che ha organizzato la manifestazione, si è tenuta una festa popolare.

L’Onda Pride proseguirà fino al 19 agosto con altri venti manifestazioni tra cui il Pride regionale Campano del 25 giugno che si svolgerà per la prima volta a Caserta.