Comunali a Salerno, Adinolfi: “non celebrerò Unioni civili”

Standard

adinolfieadinolfiRaffaele Adinolfi, candidato alla carica di Sindaco al Comune di Salerno (sostenuto dal movimento Popolo della famiglia) [nella foto, a destra] ha dichiarato che, se fosse eletto, non celebrerà le Unioni civili (il cui testo di Legge è stato approvato alla Camera tre giorni fa), affermando anche che farà approvare un regolamento “per garantire ai funzionari il diritto di esercitare l’obiezione di coscienza”.

“Celebrare i matrimoni e le unioni civili è un compito specifico del sindaco – afferma Ottavia Voza, presidente di Arcigay Salernoed è veramente grave che una persona che si candida a svolgere questo ruolo non lo sappia. Questa dichiarazione dimostra solo che Adinolfi non è all’altezza del compito di fare il sindaco, perché ha intenzione di violare la legge, ma soprattutto perché ha la dichiarata intenzione di non rispettare i diritti, acquisiti a norma di legge, di alcuni dei suoi cittadini”

Auspicando che i salernitani sappiano scegliere quei rappresentanti che hanno dato una dichiarata prova di rispetto delle uguaglianze e dei diritti nel nostro territorio, Ottavia Voza si dice certa che le cittadine e i cittadini riconosceranno Adinolfi indegno di rappresentarli in alcuna carica pubblica.