“Do not disturb” a Poetè

Standard

poete_donotdisturb
Primo appuntamento del 2016 con la rassegna letteraria Poetè, giovedì 14 gennaio nel salottino del Chiaja Hotel de Charme. Un appuntamento particolare: Claudio Finelli e Mario Gelardi presentano, infatti, “Do not disturb” (Marchese editore), il libro che raccoglie i testi del format teatrale nato proprio nelle camere dell’hotel di via Chiaia.

Insieme agli autori interviene l’editore Antonio Petrossi. Coordina Milena Cozzolino. Leggono alcuni brani gli attori Carlo Caracciolo, Agostino Chiummariello, Riccardo Ciccarelli, Mario Di Fonzo, Michele Danubio, Cristina Donadio, Irene Grasso, Gennaro Maresca.

Il format teatrale conduce gli spettatori, ed ora anche i lettori, all’interno di camere d’albergo, trasformandoli in indiscreti ficcanaso che osservano tranche de vie colte nel pieno del loro svolgimento. Tutte storie verosimili, alla base delle quali c’è un principio sacrosanto: le cose non sono mai come sembrano essere; i rapporti di relazione tra le persone non sono mai quelli che abbiamo immaginato; i legami e gli affetti seguono traiettorie e percorsi irripetibili, singolari, unici. Sorprendenti.

Appuntamento giovedì alle ore 18.30. L’incontro sarà, come di consueto, conditi da tè e biscottini.
Il Chiaja Hotel De Charme si trova al primo piano di via Chiaia 216 a Napoli.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Per info e prenotazioni: 349 478 45 45 | claudiofinelli1@virgilio.it | poete_napoli@libero.it

Evento realizzato in partnership con Art1307. La rassegna gode del sostegno morale di Regione Campania e Comune di Napoli e supporto di Arcigay Napoli, Arcigay Campania, Arcigay Salerno, Coordinamento Campania Rainbow, Lalineascritta, Napoligaypress.it, NPS, Associazione VoloLibero, Fondazione Genere identità Cultura e Osservatorio LGBT.

Un pensiero su ““Do not disturb” a Poetè

  1. Salve, questo è un commento.
    Per cancellare un commento fare il login e visualizzare i commenti di un articolo, a questo punto si avrà la possibilità di modificarli o cancellarli.

I commenti sono chiusi.