Per una storia lgbt a Poetè

Standard

27335008_10154979064102001_1775079161_oNuovo appuntamento giovedì 1° febbraio nel salottino del Chiaja Hotel de Charme, con la rassegna letteraria Poetè in occasione della presentazione del volume “Tribadi, sodomiti, invertite e invertiti, pederasti, femminelle, ermafroditi… per una storia dell’omosessualità, della bisessualità e delle trasgressioni di genere in Italia” (ETS Edizioni) a cura di Umberto Grassi, Vincenzo Lagioia, Gian Paolo Romagnani. Intervengono che ospita Francesco Lepore (caporedattore di GayNews), Paolo Valerio (Presidente Fondazione Genere Identità Cultura) e Daniela Lourdes Falanga (Delegata Politiche Trans di Arcigay Napoli).

La storia dell’omosessualità, della bisessualità, dell’intersessualità e delle trasgressioni di genere conferma la sua rilevanza come indispensabile strumento critico di interpretazione della Storia e dei complessi rapporti di forza che la strutturano. Il volume, infatti, è una raccolta di saggi che fotografa il fermento degli studi storici incentrati sull’omosessualità, la bisessualità e le identità di genere non allineate in Italia. Continua a leggere

“Glam city” al Nuovo Teatro Sanità

Standard

Glam-City4Sarà in scena al Nuovo Teatro Sanità da venerdì 26 gennaio lo spettacolo “Glam city” adattamento dell’omonimo romanzo di Domenico Trischitta, interpretato da Silvio Laviano, per la regia di Nicola Alberto Orofino.

Protagonista è Gerry Garozzo, un ragazzo diverso della Catania anni ’70 che sogna di entrare nel mondo dello spettacolo. A Catania, la sua glam city, assieme ad altri variopinti amici tenterà una rivoluzione di costume, fatta di travestitismo e trasgressione, ma presto dovrà fare i conti con il suo sogno miseramente infranto.

Ma “Glam city” è anche la storia di una città che ieri come oggi vive la contraddizione di essere luogo di provincia disperatamente alla ricerca di un riscatto: da sempre legata alle tradizioni della sua festa, del suo teatro, dei suoi quartieri sgarrupati, dei suoi cittadini strafottenti, di una movida sfrenata e apparentemente spensierata, eternamente in cerca e forse per questo mai contenta; proiettata sempre verso un glam che riesce raramente a realizzare, ed è forse per questo che la piccola city, schiacciata fra il vulcano e il mare, resta eternamente uguale a se stessa. Continua a leggere