Caravaggio, tra buio e luce, alla Reggia di Capodimonte

Standard

caravaggio_arcigayIn occasione della Festa dei Musei che si svolgerà sabato 2 luglio, Arcigay Napoli propone la visita guidata “La notte di Caravaggio. Itinerari di luce e buio a Capodimonte” che si terrà in orario serale al Museo Nazionale di Capodimonte all’interno della Reggia omonima.

Sarà ricostruita la fuga dell’artista lombardo da Roma e da Malta, e i suoi due passaggi a Napoli che contribuirono a una rivoluzione culturale durante il Viceregno spagnolo: dai bassifondi e dai vicoli della città, Caravaggio trasse profonda ispirazione per la composizione di famose tele, ora conservate nei più grandi musei del mondo.

La morte improvvisa non causò la fine della stagione naturalistica, che continuò per tutto il Seicento annoverando tra i suoi seguaci naturalisti italiani, francesi, spagnoli e olandesi che resero il Naturalismo la forma d’ arte più richiesta del Barocco. Continua a leggere

Trans aggredita a Fuorigrotta, terzo caso in poche settimane

Standard

transfobiaE’ accaduto la scorsa notte a Fuorigrotta, una donna trans è stata picchiata in strada e poi trascinata sul marciapiede. Si tratta del terzo caso di violenza a sfondo transfobico nella zona nel giro di poco tempo. Nelle scorse settimane, infatti, una donna trans è stata uccisa ed un’altra accoltellata.

A denunciarlo e l’ATN-Associazione Trans Napoli, di cui la vittima era socia, che chiede alle istituzioni locali un incontro per intervenire e far cessare questa violenza in attesa che la legge contro l’omofobia venga approvata.

“Gli strumenti sono cambiati – si legge in una nota dell’associazione – ma le persone trans sono ancora sconosciute alle Istituzioni che con le loro condotte omissive, continuano a esiliare e confinare le persone trans ai margini della società”

Ma i casi di violenza sono all’ordine del giorno, come quello di cui è stata vittima Alessia Becchimanzi, un’altra socia di ATN, che in occasione del ballottaggio alle ultime elezioni Comunali è stata aggredita fuori dal seggio. Continua a leggere

Caserta, in 2.000 al Campania Pride

Standard

reggia_rainbowSi è svolto ieri il Caserta Campania Pride che ha visto sfilare per la prima volto il corteo dell’orgoglio lgbt per le strade di Caserta. In circa 2.000 hanno attraversato le strade della città, anche quelle solitamente meno “battute” dalle manifestazioni, guidati dalla madrina, la giornalista Angela Azzaro e dalla “padrina”, la pornostar Valentina Nappi.

Sono arrivati autobus di manifestanti anche da Puglia, Molise e Basilicata ed hanno preso parte al corteo anche il sindaco di Caserta, appena eletto, e quello di Casal di Principe.

Partiti da piazza Vanvitelli, i manifestanti sono giunti in piazza Gramsci: qui si sono tenuti gli interventi politici aperti da un minuto di silenzio per le vittime di Orlando e da un toccante discorso di Colombia Barosse, Console Generale degli Stati uniti di Napoli. In serata, la facciata della Reggia di Caserta si è illuminata dei colori della bandiera rainbow. Continua a leggere

Il Kju Festival si chiude con “Leopardi amava Ranieri”

Standard

kju_leopardi L’edizione zero del Kju Festival, il queer festival campano, si chiude con una replica straordinaria di “Leopardi amava Ranieri”, lo spettacolo scritto da Claudio Finelli e Antonio Mocciola, con la regia di Mario Gelardi, che sarà in scena domenica 26 giugno al Nuovo Teatro Sanità.

Due uomini e una storia: il poeta marchigiano malaticcio e il bellimbusto partenopeo rampante. Una storia che, però, non ha fatto epoca, perché l’epoca era quella sbagliata.

Il 13 giugno 1837, onomastico di Antonio Ranieri, fu l’ultima notte di Giacomo Leopardi che, infatti, morì l’indomani mattina: dalle sue lettere s’intuisce che il sentimento provato da Giacomo per Antonio andava ben oltre il legame amicale; si trattava di una vera e propria passione per l’uomo con cui trascorse gli ultimi sette anni della sua vita. Una passione repressa e inconfessabile per quei tempi.

Lo spettacolo si propone di portare in scena gli ultimi momenti della tormentata esistenza, tra sofferenze e dolori, del poeta marchigiano. Attraverso la storia dell’amicizia con Ranieri viene messo a nudo l’animo più sensibile di Giacomo Leopardi, un uomo vivace, esuberante, curioso di porgere lo sguardo oltre il “natio borgo selvaggio”. Continua a leggere

Kju Festival, “redFrida” al Nuovo Sanità

Standard

redfrida_kjuRiprendono al Nuovo teatro Sanità gli spettacoli teatrali del Kju Festival, il numero zero del queer festival campano. Venerdì 24 giugno andrà in scena “RedFrida”, un progetto artistico ideato e diretto da Ciro Pellegrino.

Video arte, danza e recitazione teatrale interagiscono per raccontare la vita e l’arte di Frida Kahlo, scandita in nove quadri (ossia i momenti più emblematici della sua esistenza): le sue opere sublimano il dolore fisico che l’accompagnò sempre, attraverso un linguaggio del tutto personale che fonde elementi surreali e naïf in un realismo violento e visionario al tempo stesso. Continua a leggere

Campania Pride, l’orgoglio gay sfila per la prima volta a Caserta

Standard

casertacampaniaprideSabato 25 giugno si terrà il Caserta Campania Pride 2016, il pride regionale campano che porta per la prima volta la parata dell’orgoglio gay a Caserta. L’appuntamento è in piazza Luigi Vanvitelli alle ore 15.00. Il corteo (la cui partenza è prevista alle 16) sarà guidato dalla madrina Angela Azzaro e dalla “padrina” Valentina Nappi.

Le voci di Rosanna Iannacone e Ira Green, accompagneranno i manifestanti lungo il percorso che si snoderà per le strade della città fino in piazza Gramsci. Qui (alle ore 20.00 circa) si terranno gli interventi politici e, a seguire, il concerto gratuito di Fede ‘n’ Marlen e l’ animazione a cura de La Mamada!

Inoltre fino al 26 giugno al Csa – Ex Canapificio di Caserta e al ristorante Il Cortile si svolgerà il Pride Park: una serie di eventi di avvicinamento alla manifestazione per permettere ai cittadini di condividere e discutere le tematiche del Pride. Continua a leggere

Rivoluzione Cirinnà al Nuovo Sanità

Standard

Il Kju Festival, l’edizione zero del Campania Queer Festival, continua fino a domenica 26 giugno con incontri e dibattiti..

cirinnaGiovedì 23 giugno, presso il Nuovo Teatro Sanità, nell’ambito del Kju Festival, si terrà l’incontro dal titolo “Rivoluzione Cirinnà” a cui prenderà parte la senatrice Monica Cirinnà, promotrice del testo di legge sulle Unioni civili entrato in vigore lo scorso 5 giugno.

Nel corso dell’incontro si discuterà di cosa cambia dopo l’approvazione della legge sulle Unioni civili. Interverranno il prof. Massimo Villone (Costituzionalista, Università Federico II di Napoli) e Antonello Sannino (presidente di Arcigay Napoli). Coordina Claudio Finelli. Continua a leggere

Pride Park, incontri e musica verso il primo Pride a Caserta

Standard

Il Caserta Campania Pride si terrà sabato 25 giugno: concentramento alle ore 15.00 in piazza Vanvitelli, partenza del corteo alle ore 16.00. Arcigay ha organizzato autobus da Napoli e Salerno.

casertacampaniapride

Si inaugurerà martedì 21 giugno il Pride Park in vista del Caserta Campania Pride di sabato 25 giugno. Alle ore 18.30 presso il ristorante Il Cortile di Caserta sarà presentato il libro “La Proprietà Transitiva” di Nelson Martinico e Federico Ligotti (Spartaco edizioni).

Insieme agli autori parteciperanno Laura Santonicola (vice Presidente RAIN associazione LGBT* casertana), Ottavia Voza (Responsabile nazionale politiche Trans Arcigay e Presidente Arcigay Salerno) e Daniela Falanga (Delegata politiche Trans Arcigay Napoli). Al termine dell’incontro sarà proiettato il documentario “La Tarantina” di Fortunato Calvino.

Da mercoledì 22 al a venerdì 24 giugno, invece, il Csa Ex Canapifico di Caserta si trasformerà in un luogo di partecipazione e condivisione: musica, concerti, dibattiti, incontri con autori, mostre e tanto altro invita del primo Pride di Caserta. Continua a leggere

Al Caserta Campania Pride in autobus da Napoli e Salerno

Standard

Il Caserta Campania Pride si terrà sabato 25 giugno: concentramento alle ore 15.00 in piazza Vanvitelli, partenza del corteo alle ore 16.00. Dal 21 al 26 giugno si terrà inoltre il Pride Park presso il Ristorante Il Cortile e il Csa Ex Canapificio di Caserta

casertacampaniapride

In vista del Caserta Campania Pride di sabato 25 giugno, le associazioni Arcigay Napoli e Arcigay Salerno organizzano autobus che da Napoli e Salerno si dirigeranno verso Caserta in piazza Vanvitelli da cui partirà il corteo.

Da Napoli partiranno autobus dal Varco Pisacane (via Marina incrocio con via Duomo) alle ore 13.00 di sabato che rientrano in serata (7 euro a/r) oppure dopo il Pride Party (8 euro a/r). Per info e dettagli: 081 552 88 15 oppure presso la sede di Arcigay Napoli in vico san Geronimo 17 (dal lunedi al venerdi dalle 10.00 alle 20.00)

Da Salerno partiranno autobus dal Parco Pinocchio (via Antonio Gramsci) che faranno tappa a Baronissi (ore 12.30, parcheggio antistante all’Hotel dei Principati in via Salvatore Allende 88). Per info e dettagli: 331 165 9967 (Gianluca), 347 238 7451 (Rocco), 320 932 7187 (Flavia).

“Kju Festival”, teatro e incontri ‘queer’ al Nuovo Sanità

Standard

kju_festivalSi svolgerà dal 17 al 26 giugno al Nuovo Teatro Sanità di Napoli il Kju Festival, festival teatrale dedicato al mondo queer (termine – traducibile con “insolito” e “eccentrico” – utilizzato in contrapposizione agli stereotipi diffusi nel mondo gay da chi rifiuta le tradizionali identità di genere).

L’edizione zero di questo Campania Queer Festival sperimenterà un momento di confronto possibile, raccontando attraverso linguaggi diversi il tema della diversità per dimostrare che la “cultura” prevede sempre un allargamento di orizzonti senza escludere idee, generi e forme di vita.

Il festival si svolgerà in due week-end di spettacoli teatrali e una settimana di incontri che, oltre allo spazio teatrale del quartiere Sanità, coinvolgernno la Galleria PrimoPiano e il caffè letterario Il Tempo del Vino e delle Rose.

Ad inaugurare la rassegna sarà “Chiromantica ode telefonica agli abbandonati amori” (Nuovo Teatro Sanità, venerdì 17 giugno) di Roberto Solofria e Sergio del Prete: un incontro con la drammaturgia degli anni ’80 – quella di Moscato, Patroni Griffi, Ruccello e Silvestri – che ha modificato le strutture teatrali rappresentando un mondo in profondo mutamento. Continua a leggere