Omofobia, due aggressioni a Quarto e a Scampia

Standard

omofobia1Due aggressioni di stampo omofobo, si sono verificate negli ultimi giorni a Quarto e a Scampia. Il primo caso, avvenuto sabato scorso, è stato reso noto dalla stessa vittima sul suo profilo Facebook: Dario viene prima importunato sul treno che da Napoli lo porta a Quarto da alcuni ragazzi che lo prendono in giro per il suo abbigliamento e poi, giunto a destinazione, da varie persone che incontra sul percorso che lo porta a casa; ogni richiesta di aiuto cade nel vuoto e anche i Carabinieri a cui si rivolge non fanno nulla.

Il secondo caso viene riportato, invece, da La Repubblica Napoli, vitima un uomo di 36 anni, aggredito da due ragazzi di 14 e 17 anni: l’uomo è stato ferito da una bottiglia che i due ragazzi gli hanno lanciato. In seguito alla denuncia dell’uomo i due minori sono stati individuate e denunciati.

“Nell’ultimo mese – dichiara Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli – la situazione si è andata facendo sempre più critica e siamo preoccupati per queste ondata violenta e reazionaria contro la comunità lgbt, che però finalemente denuncia sempre con maggior frequenza. Occorre ora programmare interventi strutturarti nelle scuole e nella società civile, chiediamo ancora una volta che il Comune di Napoli possa finalemte individuare un luogo di accoglienza per le persone gay bisessuali lesbiche e trans vittime di violenza”

Baci a San Valentino con Arcigay Napoli e Ivan Cotroneo

Standard

unbacio_cotroneoCome ogni anno, in concomitanza con la festa di San Valentino, l’associazione Arcigay Napoli ha programmato una serie di eventi per celebrare l’amore tra persone dello stesso sesso. Un’occasione quest’anno particolarmente significativa: si tratta, infatti, della prima festa degli innamorati dopo l’approvazione della legge Cirinnà che regolamenta le Unioni civili.

Martedì 14 febbraio presso laFeltrinelli Libri e Musica si terrà un incontro con Ivan Cotroneo in occasione dell’uscita in home video del suo film “Un bacio”; a parlarne con lo scrittore e regista ci sarà Claudio Finelli, responsabile cultura nazionale di Arcigay. A seguire in piazza dei Martiri si terrà, invece, il flash mob organizzato dal gruppo I’m gay anyproblem? in collaborazione con il Gruppo Giovani di Arcigay Napoli: i partecipanti si scambieranno un lungo bacio collettivo contro l’odio e contro l’omofobia e la transfobia. Continua a leggere

Memoria e Omocausto, una settimana di incontri a San Domenico Maggiore

Standard

memoria_omocasutoIn occasione della Giornata della Memoria (che si celebra a livello internazionale il 27 gennaio di ogni anno ) il Comune di Napoli promuove – insieme all’ANPI–Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e in collaborazione con la Comunitа Ebraica, la Comunitа Rom e Sinti, l’Istituto di Storia della Resistenza Campana, l’Universitа Suor Orsola Benincaca e il Museo del Giocattolo, Arcigay Napoli e Arcilesbica Napoli – un una settimana di eventi in commemorazione delle vittime dell’Olocausto.

Il fulcro principale della “Settimana della Memoria” si svolgerà al Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, presso cui si terranno dal 23 al 27 gennaio una serie di incontri e approfondimenti destinati agli studenti dal titolo “Il gioco della memoria. Per non dimenticare” promossi in concomitanza con la mostra “Storie di giocattoli. Dal Settecento a Barbie” dedicata a Ernest Lossa, bimbo vittima dell’eugenetica nazista.

Nel corso della settimana si parlerà anche di Omocausto, ovvero della persecuzione di omosessuali, lesbiche e trans durante il regime nazifascita, con la presenza di referenti di Arcigay Napoli e Arcilesbica Napoli: Daniela Lourdes Falanga (responsabile di Arcigay Napoli per le politiche trans), Maria Rosaria Malapena (responsabile di Arcigay Napoli per i diritti delle persone disabili), Antonella Capone (presidente di Arcilesbica Napoli) e Antonello Sannino (presidente di Arcigay Napoli), oltre a Vincenzo Capuano (storico attivista di Arcigay Napoli e responsabile del Museo del Giocattolo di Napoli). Continua a leggere

“Quei ragazzi del ’96” al Grand Hotel Parker’s

Standard

nts_ragazzidel96Da venerdì 13 a domenica 15 gennaio torna al Grand Hotel Parker’s, con un appuntamento speciale, il format Do not disturb – il teatro si fa in albergo ideato da Mario Gelardi e Claudio Finelli e prodotto da Nuovo Teatro Sanità.

Nella suite presidenziale dell’albergo andrà in scena una nuova versione del format dal titolo “Quei ragazzi del 96”, scritto da Claudio Finelli, diretto da Fabio Rossi e Carlo Caracciolo, e interpretato da Riccardo Ciccarelli, Fabiana Fazio, Gennaro Maresca, Alessandro Palladino, Ciro Pellegrino e Fabio Rossi.

È la primavera del 1996 e a Napoli soffia un vento nuovo: a pochi giorni dal primo Gay Pride convocato a Napoli, un gruppo di amici si riunisce per festeggiare il compleanno di uno di loro. Ma la festa si trasforma in un ironico gioco della verità. Tra silenzi, paure e rancori, un affresco intenso e commovente di un’umanità che iniziava a sperimentare l’euforia e la difficoltà di uscire alla luce del sole. Continua a leggere

Omofobia a Napoli, aggressione a Fuorigrotta

Standard

omofobia_fuorigrottaArcigay Napoli segnala l’ennesimo caso di omofobia a Napoli: è accaduto domenica mattina in un bar di piazzale Tecchio a Fuorigrotta, spesso ritrovo della comunità lgbt napoletana al termine delle serate in discoteca del sabato; la vittima è Konstantin, un ragazzo di origini russe, che si apprestava a fare colazione con un amico.

A scatenare la violenza omofoba un diverbio con la commessa del bar che è sfociato prima in un’aggressione verbale della stessa barista e poi in violenza fisica da parte di due avventori del locale che hanno colpito Konstantin nell’indifferenza dei titolari. Al Pronto Soccorso i medici hanno riscontrato contusioni, eritemi e un trauma psichico.

L’associazione chiede un’intervento della Regione affinché, in attesa di una legge nazionale, velocizzi il percorso verso una legge regionale contro l’omo-transfobia Continua a leggere

TDoR 2016 in ricordo di Piccola Ketty

Standard

orgoglio_transCome ogni anno, il 20 novembre prossimo ci celebrerà a livello mondiale il TDoR – Transgender Day of Remembrance. La manifestazione che intende commemorare tutte le vittime di odio transfobico nasce ufficialmente nel 1999 per ricordare la morte, avvenuta l’anno prima di Rita Hester, una donna transgender di San Francisco.

Dal 2008, cioè da quando esiste il registro del Trans Murder Monitoring sono state centinaia le segnalazioni di morti dovute a transfobia. L’Italia, in tale senso, ha un triste primato: 30 vittime negli ultimi 8 anni di cui 5 nel 2016 (2 a Napoli).

“In città restano numerosi gli atti violenti rivolti all’estesa comunità trans – spiega Daniela Lourdes Falanga, responsabile delle politiche trans di Arcigay Napoli – ancora in gran parte messa ai margini dal forte stigma che nega l’accesso al mondo del lavoro e obbliga alla prostituzione oltre l’80% delle donne, perpetuando in quell’irragionevole atteggiamento di negazione che priva addirittura di un ricovero dignitoso, come nel caso di Nunzia Lo Preiato, che vede violenze inaudite rivolte, soprattutto la notte, alle donne trans costrette ai marciapiedi esistenziali come, solo quest’anno, Lia o Naomi per non parlare dei casi gravi di cui ci siamo dovuti occupare negli anni precedenti”

Continua a leggere

Doppio Poetè queer al Chiaja Hotel

Standard

poete_queerNuovo appuntamento nel salottino del Chiaja Hotel de Charme con la rassegna letteraria Poetè. Quello di venerdì 4 novembre/strong> sarà un doppio appuntamento all’insegna del queer.

Ospiti del salotto letterario curato da Claudio Finelli saranno Carlo Kik Misaki Ditto e Emiliano Reali che presentano rispettivamente “La pecora rosa” (StreetLib) e “Maschio o femmina?” (Meridiano Zero). Interverrà insieme agli autori Carmen Ferrara, Delegata Questioni Queer di Arcigay Napoli e creartice campagna #maqualegender. Letture a cura di Marco Sgamato.

“La Pecora Rosa” racconta il trentesimo anno di vita di Claudio, un Bridget Jones gay, alle prese con la giungla dei locali delle chat e con un mondo che ama ma da cui si allontana. In “Maschio o Femmina?”, invece, si intrecciano tante vite che hanno in comune l’enigma che dà il titolo al volume (seguito di “Se Bambi fosse trans?”) e che conduce i personaggi all’esaltazione o alla follia. Continua a leggere

Allo Stadio Giraud di Torre Annunziata si è celebrata la Giornata dell’Amore Libero

Standard

savoia_amoreliberoSi è celebrata ieri allo Stadio Giraud di Torre Annunziata (Na) la Giornata dell’Amore Libero. A volerla è stato il vicepresidente del Savoia Calcio – squadra cittadina che gioca nel campionato regionale d’eccellenza – che la scorsa settimana si è unito civilmente con il suo compagno.

I giocatori della squadra di casa come quelli della squadra avversaria, l’Isola di Procida, sono scesi in campo con una maglietta col la scritta “amore libero”, la stessa maglietta è stata poi distribuita a tutti i partecipanti.

“L’iniziativa del Savoia Calcio – commenta Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli e responsabile nazionale per lo sport di Arcigay – segna un passaggio storico per l’intero Paese: si sono moltiplicate in questi anni le iniziative nel mondo dello sport per contrastare l’omofobia, ma oggi crolla un tempio fatto di pregiudizi, di maschilismo e di sessismo”

Continua a leggere

Con Fabio Brescia prende il via l’ottava edizione di Poetè

Standard

poete_bresciaSi inaugura giovedì 20 ottobre nel salottino del Chiaja Hotel de Charme l’ottava edizione di Poetè, il salotto letterario curato da Claudio Finelli che quest’anno si presenta con un nuovo claim: Perché qui la cultura è di casa, che insiste sulla centralità della cultura e sulla condivisione di essa come mezzo per scardinare pregiudizi, stereotipi e luoghi comuni.

L’idea di Poetè è quella di presentare libri e autori che raccontano storie che altrimenti resterebbero nell’ombra: storie che sono dimenticate e tenute ai margini, che sembra riguardino solo alcuni mentre invece devono diventare patrimonio di tutti, nell’ottica dell’inclusione e della condivisione.

A dare il via a questa nuova edizione sarà sarà l’attore, scrittore e conduttore radiofonico Fabio Brescia che presenta in anteprima il suo ultimo libro: “La ragazza di Terezin” (Homo Scrivens). Continua a leggere

“Misteriosofica fine” al Napoli Film Festival

Standard

nff18Dopo essere stato presentato all’ultimo TGLFF – Torino Gay and Lesbian Film Festival, uno dei più antichi festival glbt in Europa, e al Mix glbt di Milano il cortometraggio “Misteriosofica fine di una discesa agli inferi” diretto da Giuseppe Bucci sarà in concorso al Napoli Film Festival.

Interpretato da Imma Villa e tratto da “Scannasurice” di Enzo Moscato nella messa in scena di Carlo Cerciello, il cortometraggio racconta di un femminiello, cantastorie di una Napoli annientata dal terremoto del 1980, che tra le viscere dei quartieri malfamati in cui vive si confronta con se stesso, transessuale senza amore e dignità. Continua a leggere