“Lo specchio di Adriano” al Teatro Il Primo

Standard

ilprimo_adrianoSabato 4 e domenica 5 febbraio al Teatro Il Primo, l’attore e regista Arnolfo Petri riporta eccezionalmente in scena con “Lo specchio di Adriano”: tratto liberamente da “Memorie di Adriano” di Marguerite Yourcenar, uno dei romanzi più imponenti del Novecento che narra la vicenda dell’imperatore romano, del suo amore per l’arte e per il giovane Antinoo.

Nella riduzione drammaturgica di Arnolfo Petri, Adriano è un uomo come tanti, incapace di “sentirsi grande” e alla disperata ricerca di un modo per conciliare felicità e dovere, intelligenza e sentimento, desiderio e volontà. Un uomo alle prese con il tramonto della vita e con la morte. Continua a leggere

“Quei ragazzi del ’96” al Grand Hotel Parker’s

Standard

nts_ragazzidel96Da venerdì 13 a domenica 15 gennaio torna al Grand Hotel Parker’s, con un appuntamento speciale, il format Do not disturb – il teatro si fa in albergo ideato da Mario Gelardi e Claudio Finelli e prodotto da Nuovo Teatro Sanità.

Nella suite presidenziale dell’albergo andrà in scena una nuova versione del format dal titolo “Quei ragazzi del 96”, scritto da Claudio Finelli, diretto da Fabio Rossi e Carlo Caracciolo, e interpretato da Riccardo Ciccarelli, Fabiana Fazio, Gennaro Maresca, Alessandro Palladino, Ciro Pellegrino e Fabio Rossi.

È la primavera del 1996 e a Napoli soffia un vento nuovo: a pochi giorni dal primo Gay Pride convocato a Napoli, un gruppo di amici si riunisce per festeggiare il compleanno di uno di loro. Ma la festa si trasforma in un ironico gioco della verità. Tra silenzi, paure e rancori, un affresco intenso e commovente di un’umanità che iniziava a sperimentare l’euforia e la difficoltà di uscire alla luce del sole. Continua a leggere

“Il sentiero dei passi pericolosi”, Bouchard al NEST

Standard

Sabato 19 novembre al termine dello spettacolo, Michel Marc Bouchard incontrerà il pubblico. L’incontro sarà moderato da Michele Mele, art manager per la compagnia Stabile/mobile Antonio Latella e docente di organizzazione teatrale Accademia Silvio d’Amico.

bouchardSabato 19 e domenica 20 novembre al NEST – Napoli Est Teatro andrà in scena “Il sentiero dei passi pericolosi” di Michel Marc Bouchard per la regia di Simone Schiocca e l’interpretazione di Mauro Parrinello, Andrea Fazzari e Matteo Sintucci.

Protagonisti della piéce sono tre fratelli molto diversi fra loro: il piccolo borghese Carl, il gallerista omosessuale Ambroise e il silenzioso Victor. Il giorno delle nozze di uno di loro viaggiano insieme verso il luogo della cerimonia ma si perdono in una foresta. In questa solitudine sono costretti a parlarsi: s’illuminano così, violentemente, episodi del loro passato. Continua a leggere

“Camere separate” al NEST, omaggio a Tondelli 25 anni dopo

Standard

camereseparateA 25 anni dalla morte, Andrea Adriatico rende omaggio a Pier Vittorio Tondelli portando a teatro “Camere separate”. Lo spettacolo, interpretato da Alberto Baraghini e Stefano Toffanin, sarà messo in scena il 5 e 6 novembre al NEST Napoli Est Teatro di San Giovanni a Teduccio (Na).

Adriatico getta uno sguardo sul romanzo autobiografico di Tondelli trasformandolo in uno spettacolo, dal titolo “Biglietti da Camere Separate”, che mette a nudo i rapporti d’amore, il sesso, l’idea di costruire nuovi patti per nuove relazioni di coppia, fra due uomini.

Protagonista è Leo, scrittore omosessuale che deve fare i conti con un lutto importante nella sua esistenza. Sarà l’occasione per inseguire le tracce di sé disseminate nel tempo di una vita, dall’adolescenza inquieta in un paese della provincia padana al successo editoriale e ai viaggi per l’Europa mentre la geografia politica ed emozionale di un intero continente cambia pelle. Ma le “camere separate” sono anche la richiesta di un modello d’amore, capace di esprimersi solo per prossimità e mai per convivenze troppo opprimenti. Continua a leggere

“Fuje Filumena” al Nuovo Sanità

Standard

credendino_filumenaLa stagione del Nuovo Teatro Sanità prosegue venerdì 21 ottobre con lo spettacolo “Fuje Filumena”, scritto e diretto da Peppe Fonzo e interpretato da Luigi Credendino.

La compagnia beneventana Magnifico Visbaal porta sul palco di piazzetta San Vincenzo la riscrittura al maschile di un testo della tradizione teatrale partenopea: “Filumena Marturano”.

La protagonista eduardiana diventa nella rivisitazione modernizzata di Fonzo un ragazzo travestito che inizia a tredici anni a lavorare in una casa di malaffare e prosegue fino all’incontro fatale con Domenico, sciupafemmine e pregiudicato, che perde la testa per lui. Le conseguenze saranno tragicamente diverse da quelle dell’opera originale, perché ad essere profondamente cambiato è il cinico e spietato mondo attuale. Continua a leggere

“Do not disturb”, il teatro si fa d’estate al Grand Hotel Parker

Standard

due-stanzeSi rinnova al Grand Hotel Parker’s l’appuntamento con “Do not disturb – Il teatro si fa in albergo”, il format ideato da Mario Gelardi, con una speciale edizione estiva che si svolgerà nelle ultime tre domeniche di luglio con tre diversi fili conduttori: segreti, coppie felici e un’edizione speciale dedicata a William Shakespeare.

Si parte domenica 17 luglio con tre storie dedicate al tema del segreto: “Lo faccio per te” interpretata da Gennaro Maresca e Simone Fiorillo; “Anna sui tacchi” con Irene Grasso e Carlo Geltrude; “L’ospite atteso” con Carlo Caracciolo e Riccardo Ceccarelli. Il concierge è Vincenzo Antonucci. La regia è curata da Mario Gelardi e Carlo Caracciolo.

Le stanze teatrali del primo appuntamento custodiscono tutte un segreto che impedisce ad uno dei due personaggi di essere realmente se stesso ed il cui svelamento cambierà il destino dei rapporti: le coppie saranno raggiunte dal pubblico proprio nel momento in cui uno dei due non ce la farà più a reggere il peso e sarà costretto a parlare. Continua a leggere

Il Kju Festival si chiude con “Leopardi amava Ranieri”

Standard

kju_leopardi L’edizione zero del Kju Festival, il queer festival campano, si chiude con una replica straordinaria di “Leopardi amava Ranieri”, lo spettacolo scritto da Claudio Finelli e Antonio Mocciola, con la regia di Mario Gelardi, che sarà in scena domenica 26 giugno al Nuovo Teatro Sanità.

Due uomini e una storia: il poeta marchigiano malaticcio e il bellimbusto partenopeo rampante. Una storia che, però, non ha fatto epoca, perché l’epoca era quella sbagliata.

Il 13 giugno 1837, onomastico di Antonio Ranieri, fu l’ultima notte di Giacomo Leopardi che, infatti, morì l’indomani mattina: dalle sue lettere s’intuisce che il sentimento provato da Giacomo per Antonio andava ben oltre il legame amicale; si trattava di una vera e propria passione per l’uomo con cui trascorse gli ultimi sette anni della sua vita. Una passione repressa e inconfessabile per quei tempi.

Lo spettacolo si propone di portare in scena gli ultimi momenti della tormentata esistenza, tra sofferenze e dolori, del poeta marchigiano. Attraverso la storia dell’amicizia con Ranieri viene messo a nudo l’animo più sensibile di Giacomo Leopardi, un uomo vivace, esuberante, curioso di porgere lo sguardo oltre il “natio borgo selvaggio”. Continua a leggere

Kju Festival, “redFrida” al Nuovo Sanità

Standard

redfrida_kjuRiprendono al Nuovo teatro Sanità gli spettacoli teatrali del Kju Festival, il numero zero del queer festival campano. Venerdì 24 giugno andrà in scena “RedFrida”, un progetto artistico ideato e diretto da Ciro Pellegrino.

Video arte, danza e recitazione teatrale interagiscono per raccontare la vita e l’arte di Frida Kahlo, scandita in nove quadri (ossia i momenti più emblematici della sua esistenza): le sue opere sublimano il dolore fisico che l’accompagnò sempre, attraverso un linguaggio del tutto personale che fonde elementi surreali e naïf in un realismo violento e visionario al tempo stesso. Continua a leggere

“Kju Festival”, teatro e incontri ‘queer’ al Nuovo Sanità

Standard

kju_festivalSi svolgerà dal 17 al 26 giugno al Nuovo Teatro Sanità di Napoli il Kju Festival, festival teatrale dedicato al mondo queer (termine – traducibile con “insolito” e “eccentrico” – utilizzato in contrapposizione agli stereotipi diffusi nel mondo gay da chi rifiuta le tradizionali identità di genere).

L’edizione zero di questo Campania Queer Festival sperimenterà un momento di confronto possibile, raccontando attraverso linguaggi diversi il tema della diversità per dimostrare che la “cultura” prevede sempre un allargamento di orizzonti senza escludere idee, generi e forme di vita.

Il festival si svolgerà in due week-end di spettacoli teatrali e una settimana di incontri che, oltre allo spazio teatrale del quartiere Sanità, coinvolgernno la Galleria PrimoPiano e il caffè letterario Il Tempo del Vino e delle Rose.

Ad inaugurare la rassegna sarà “Chiromantica ode telefonica agli abbandonati amori” (Nuovo Teatro Sanità, venerdì 17 giugno) di Roberto Solofria e Sergio del Prete: un incontro con la drammaturgia degli anni ’80 – quella di Moscato, Patroni Griffi, Ruccello e Silvestri – che ha modificato le strutture teatrali rappresentando un mondo in profondo mutamento. Continua a leggere

Le “Regine” della De Cicco al Primo

Standard

decicco_regineSarà in scena dall’8 al 10 aprile al Teatro Il Primo lo spettacolo “Regine”, interpretato da Rosaria De Cicco per la regia di Giuseppe Bucci.

L’attrice napoletana porta in scena quattro monologhi (scritti da Arnolfo Petri, Chiara Tortelli, Francesca Gerla e dallo stesso Bucci) preceduti da un prologo e seguiti da un poetico epilogo scritti da Pino Imperatore.

Quelle della de Cicco sono regine di una quotidianità drammatica, simbolica, ironica, surreale. Eroine all’inverso, rappresentative della società contemporanea e delle sue nevrosi e contraddizioni.

Protagoniste sono: una prostituta ora boss di camorra, lontana ormai dalla figura umana e poetica di una Filumena Marturano (Mena); un’adolescente che il mondo dei social o della emancipazione non mette al riparo da depressione (Quanto la vita); un’amante abbandonata al telefono, donna lesbica in una società ancora omofoba (La voce di Laura); una mamma, eroina profuga che non capisce il rifiuto dell’Occidente a prestare aiuto a lei e al suo bambino (Io so nuotare) Continua a leggere