Elezioni Comunali 2016, i candidati lgbt in Campania

Standard

ccr_logoIn vista delle Elezioni Comunali del prosimo 5 giugno, il Coordinamento Campania Rainbow porta all’attenzione della comunità lgbt e degli elettori, tutti quei candidati provenienti dalla società civile che hanno deciso di portare le istanze della comunità lgbt all’interno dei programmi politici dei candidati a Sindaco nei capoluoghi di provincia in Campania.

Oltre ai candidati nella lista DemA al Consiglio Comunale e nelle singole Municipalità in sostegno di Luigi De Magistris a Napoli, vi sono candidati anche negli altri capoluoghi di provincia campani.

A Caserta, in sostegno di Francesco Apperti , nella lista Speranza per Caserta, c’è Laura Sciaudone, prima candidata trans della città e membro dell’Associazione lgbt RAIN.

Proviene invece dall’Associazione WAND di Benevento Giulia Tesauro, candidata nella lista FabBene progetto civico in sostegno di Federica De Nigris.

Lo storico attivista lgbt Emanuele Avagliano (animatore della movida friendly salernitana e promotore, tra gli altri, del progetto DiverCity Salerno) è candidato a Salerno nella lista Davvero Verdi – ecologia & diritti in sostegno dell’attuale Sindaco Vincenzo Napoli. Continua a leggere

Comunali a Salerno, Adinolfi: “non celebrerò Unioni civili”

Standard

adinolfieadinolfiRaffaele Adinolfi, candidato alla carica di Sindaco al Comune di Salerno (sostenuto dal movimento Popolo della famiglia) [nella foto, a destra] ha dichiarato che, se fosse eletto, non celebrerà le Unioni civili (il cui testo di Legge è stato approvato alla Camera tre giorni fa), affermando anche che farà approvare un regolamento “per garantire ai funzionari il diritto di esercitare l’obiezione di coscienza”.

“Celebrare i matrimoni e le unioni civili è un compito specifico del sindaco – afferma Ottavia Voza, presidente di Arcigay Salernoed è veramente grave che una persona che si candida a svolgere questo ruolo non lo sappia. Questa dichiarazione dimostra solo che Adinolfi non è all’altezza del compito di fare il sindaco, perché ha intenzione di violare la legge, ma soprattutto perché ha la dichiarata intenzione di non rispettare i diritti, acquisiti a norma di legge, di alcuni dei suoi cittadini”

Continua a leggere

Le Unioni civili sono legge!

Standard

unioniciviliLa Camera dei Deputati ha approvato ieri sera la legge sulle Unioni civili: il testo (frutto di un accordo trovato tra Partito Democratico Nuovo Centro Destra e con lo stralcio della stepchild adoption) è passato con 372 voti favorevoli, 51 contrari e 99 astensioni.

Il testo estende alle coppie dello stesso sesso i diritti previsti dal matrimonio civile. Sia il premier Matteo Renzi che il Ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi salutano l’evento come “un giorno di festa”. Per Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay è “un grande sollievo, un appuntamento con la storia da troppo tempo rimandato”. Continua a leggere

Comunali, al via la campagna di De Magistris: i candidati lgbt

Standard

demagistris_elezioniHa preso il via ufficialmente sabato scorso la campagna elettorale di Luigi De Magistris per le elezioni Comunali del prossimo 5 giugno. Numero uno nella lista DemA è Alessandra Clemente, attuale Assessore alle Politiche Giovanili.

Nelle altre 14 liste civiche a sostegno della candidatura di De Magistris ci sono rappresentanti della lotta ai diritti civili: tra questi Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli e Giuseppina La Delfa, fondatrice ed ex-presidente di Famiglie Arcobaleno ed attualmente coordinatrice provinciale del Comitato Campania Rainbow.

Anche Pino De Stasio, Congisliere alla Seconda Municipalità con delega alle Pari Opportunità, è candidato in sostegno di De Magistris nella lista Napoli Bene Comune, mentre sono bene sette le transessuali candidate in altrettante municipalità, tutte socie dell’ATN-Associazione Transessuale Napoli.

La Napoli “travestita” di Pasolini e Patroni Griffi al Grenoble

Standard

gargiulo_naplesLunedì 2 maggio all’Istituto Francese di Napoli, nell’ambito della rassegna I lunedì della mediateca sarà presentato il libro “Naples, ville travestie entre Pasolini et Patroni Griffi” di Gius Gargiulo (Michel Houdiard Editeur).

I femminielli: così vengono chiamati i travestiti che vivono nel centro storico di Napoli e che, in una specie d’ambiguità erotica e socioculturale, rimettendo in discussione le regole di comportamento stabilite dalle norme, ricordano l’origine greca della città.

Ed è proprio questa seducente ambiguità il filo conduttore della storia plurimillenaria di Napoli, città prima orientale ed europea, ed in seguito italiana: una città liminale, tra cielo e terra, tra marginalità e centralità, luogo travestito di virilità matriarcale e di dolcezza efebica mediterranea. Questo libro traccia una riflessione su Napoli e la sua identità antropologica travestita, attraverso gli aspetti contradittori del Decamerone napoletano di Pasolini e le opere di Patroni Griffi, centrati sul personaggio del femminiello-travestito. Continua a leggere