Sentenza storica: cittadino russo riconosciuto rifugiato politico in quanto omosessuale

Standard

Sabato 22 aprile alle ore 17.00 in piazza Dante a Napoli si terrà un presidio per condannare le persecuzioni di omosessuali in Cecenia

putin_rainbowIl Tribunale di Salerno ha riconosciuto a Andrea L., un cittadino russo, lo status di rifugiato politico in quanto omosessuale: arrivato in Italia nel 2014 per sfuggire alle discriminazioni e alle violenze in seguito alla legge anti-propaganda omosessuale emanata in Russia nel 2013, in un primo momento il ragazzo si è visto rifiutare la domanda di Protezione Internazionale.

Grazie all’impegno dello Sportello MigraAntinoo di Arcigay Napoli e in particolare dell’Avvocato Mara Biancamano che ha impugnato il diniego innanzi al Tribunale di Salerno, il Giudice con ordinanza del 18 aprile 2017 ha riconosciuto ad Andrea lo status di rifugiato.

“Il provvedimento – spiega l’Avvocato Biancamano – è molto importante perchè riconosce il più alto grado di protezione ad una persona omosessuale proveniente dalla Russia. Nel provvedimento è riconosciuto che la situazione dei diritti delle minoranze lgbt in Russia si delinea come una situazione di grave e diffusa discriminazione sul piano sociale, anche per tradizionale abitudine culturale alla criminalizzazione degli orientamenti omosessuale”.

Continua a leggere

Regione Campania, depositato testo di legge contro l’omotransfobia

Standard

campania_logoE’ stata deposita ieri presso la VI Commissione Politiche sociali la proposta di Legge Regionale dal titolo “Norme per la prevenzione ed il contrasto delle discriminazioni determinate dell’orientamento sessuale o dall’identità di genere” .

Ad accogliere positivamente la notizia il Coordinamento Campania Rainbow (che include le associazioni e i collettivi lgbt di tutta la Regione Campania) che al primo punto della piattaforma politica sottoposta alle forze politiche nel maggio 2015 prevedeva proprio una legge regionale contro l’omotransfobia cosi come depositata oggi in Consiglio Regionale.

A depositare il testo, frutto del lavoro di coordinamento con la comunità lgbt (ed in particolare del lavoro di Salvatore Simioli, Stefano Celentano e Barbara Mancusi) il Consigliere Carmine De Pascale (capogruppo alla Regione della lista De Luca presidente): si tratta di un testo di legge all’avanguardia nel quadro nazionale ancora privo di una legge che possa tutelare adeguatamente le persone lesbiche, gay, bisessuali e trans vittime di discriminazione e violenza. Continua a leggere

Prima Unione civile a Volla (Na) osteggiata dal Sindaco

Standard

volla-municipio-1Come riportato da alcune testate online, due ragazzi di Volla (Na) che lo scorso 13 dicembre si sono uniti civilmente sono al centro di una singolare vicenda.

Infatti la cerimonia – la prima Unione civile del comune di Volla – non solo è stata celebrata da un’anonima impiegata, visto che il Sindaco Andrea Viscovo ha preferito non officiarla, ma oltretutto si è svolta presso l’ufficio Anagrafe dato che, sempre per disposizione del primo citadino, non è stata messa a disposizione la sala del Municipio di solito utilizzata per officiare i matrimoni civili.

Nei mesi scorsi, dopo l’approvazione della legge Cirinnà, pare che il Sindaco nel corso di un Consiglio Comunale avesse espresso una certa contrarietà circa la celebrazione delle Unioni civili, parlando anche di “obiezione di coscienza” Continua a leggere

Rivoluzione Cirinnà al Nuovo Sanità

Standard

Il Kju Festival, l’edizione zero del Campania Queer Festival, continua fino a domenica 26 giugno con incontri e dibattiti..

cirinnaGiovedì 23 giugno, presso il Nuovo Teatro Sanità, nell’ambito del Kju Festival, si terrà l’incontro dal titolo “Rivoluzione Cirinnà” a cui prenderà parte la senatrice Monica Cirinnà, promotrice del testo di legge sulle Unioni civili entrato in vigore lo scorso 5 giugno.

Nel corso dell’incontro si discuterà di cosa cambia dopo l’approvazione della legge sulle Unioni civili. Interverranno il prof. Massimo Villone (Costituzionalista, Università Federico II di Napoli) e Antonello Sannino (presidente di Arcigay Napoli). Coordina Claudio Finelli. Continua a leggere

Comunali, nessun lgbt eletto. De Magistris: “non è una sconfitta”

Standard

sannino_demagistris_ladelfaI risultati definitivi dello spoglio dei voti delle Elezioni Comunali dello scorso 5 giugno, confermano che a Napoli – sia al Consiglio Municipale che nelle singole Municipalità – nessuno dei candidati lgtb in sostegno di Luigi De Magistris è stato eletto.

“Il consenso politico sulle battaglie per i diritti e sulle grandi lotte universali non si misura solamente dai voti – ha dichiarato De Magistris – Noi non consideriamo affatto una sconfitta il risultato personale di alcuni candidati ma, anzi, un grande risultato il fatto che in questa città ci siano state candidature di questo livello”

In vista del ballottaggio del 19 giugno prossimo, che vedrà De Magistris confrontarsi con Gianni Lettieri, il sindaco uscente conferma il suo impegno nella lotta per i diritti lgbt indipendentemente dalla presenza di rappresentanti della comunità in Consiglio Comunale e nelle Municipalità. Continua a leggere

Elezioni a Salerno: “una campagna elettorale senza cittadini lgbt”

Standard

comune_salernoE’ stata presentata ieri la campagna #afarsalernocominciatu. In vista delle Elezioni Amministrative del prossimo 5 giugno, Arcigay Salerno, infatti, chiede ai candidati al Comune e al Consiglio Comunale di Salerno un impegno chiaro e concreto.

L’associazione ritiene, infatti, che nulla o poco è stato detto sul tema dei diritti civili e delle discriminazioni delle persone gay, lesbiche e transessuali in quella che l’allora Sindaco Vincenzo De Luca definì “città laboratorio” in Europa sul tema dei Diritti Civili.

“Era quest’ultima – si legge in un comunicato dell’associazione – una dichiarazione dell’ex sindaco espressa nel corso delle manifestazioni che organizzammo intorno al Pride regionale del maggio 2012. Molte speranze allora si accesero in chi, come noi, vive sulla propria pelle il peso dell’esclusione e dello stigma sociale. A noi pare che nel dibattito che si sta sviluppando a Salerno intorno alla campagna elettorale si continua a pensare ad una città senza alcuni dei suoi cittadini; senza i cittadinidella comunità lgbt”

Continua a leggere

Elezioni a Benevento: “una breve stagione di sensibilità, poi il nulla”

Standard

comune_beneventoIn occasione delle elezioni amministrative a Benevento, l’Associazione WAND ha presentato a tutti i candidati a Sindaco e Consigliere Comunale una piattaforma di intenti.

L’iniziativa ha come scopo quello di stimolare un voto consapevole ed incentivare la futura amministrazione ad adottare per la prima volta nel proprio programma tematiche di carattere lgbt.

“L’Associazione WAND di Benevento ed i cittadini omosessuali – si legge nella piattaforma politica – hanno vissuto una vita indipendente ricevendo atti discriminatori e politiche di esclusione. In seguito alla brevissima stagione di sensibilità a questa tematica, culminata con il registro delle Unioni Civili, l’interesse e il sostegno dell’amministrazione sono tornati a mancare”

Continua a leggere

Elezioni Comunali 2016, i candidati lgbt in Campania

Standard

ccr_logoIn vista delle Elezioni Comunali del prosimo 5 giugno, il Coordinamento Campania Rainbow porta all’attenzione della comunità lgbt e degli elettori, tutti quei candidati provenienti dalla società civile che hanno deciso di portare le istanze della comunità lgbt all’interno dei programmi politici dei candidati a Sindaco nei capoluoghi di provincia in Campania.

Oltre ai candidati nella lista DemA al Consiglio Comunale e nelle singole Municipalità in sostegno di Luigi De Magistris a Napoli, vi sono candidati anche negli altri capoluoghi di provincia campani.

A Caserta, in sostegno di Francesco Apperti , nella lista Speranza per Caserta, c’è Laura Sciaudone, prima candidata trans della città e membro dell’Associazione lgbt RAIN.

Proviene invece dall’Associazione WAND di Benevento Giulia Tesauro, candidata nella lista FabBene progetto civico in sostegno di Federica De Nigris.

Lo storico attivista lgbt Emanuele Avagliano (animatore della movida friendly salernitana e promotore, tra gli altri, del progetto DiverCity Salerno) è candidato a Salerno nella lista Davvero Verdi – ecologia & diritti in sostegno dell’attuale Sindaco Vincenzo Napoli. Continua a leggere

Comunali a Salerno, Adinolfi: “non celebrerò Unioni civili”

Standard

adinolfieadinolfiRaffaele Adinolfi, candidato alla carica di Sindaco al Comune di Salerno (sostenuto dal movimento Popolo della famiglia) [nella foto, a destra] ha dichiarato che, se fosse eletto, non celebrerà le Unioni civili (il cui testo di Legge è stato approvato alla Camera tre giorni fa), affermando anche che farà approvare un regolamento “per garantire ai funzionari il diritto di esercitare l’obiezione di coscienza”.

“Celebrare i matrimoni e le unioni civili è un compito specifico del sindaco – afferma Ottavia Voza, presidente di Arcigay Salernoed è veramente grave che una persona che si candida a svolgere questo ruolo non lo sappia. Questa dichiarazione dimostra solo che Adinolfi non è all’altezza del compito di fare il sindaco, perché ha intenzione di violare la legge, ma soprattutto perché ha la dichiarata intenzione di non rispettare i diritti, acquisiti a norma di legge, di alcuni dei suoi cittadini”

Continua a leggere

Le Unioni civili sono legge!

Standard

unioniciviliLa Camera dei Deputati ha approvato ieri sera la legge sulle Unioni civili: il testo (frutto di un accordo trovato tra Partito Democratico Nuovo Centro Destra e con lo stralcio della stepchild adoption) è passato con 372 voti favorevoli, 51 contrari e 99 astensioni.

Il testo estende alle coppie dello stesso sesso i diritti previsti dal matrimonio civile. Sia il premier Matteo Renzi che il Ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi salutano l’evento come “un giorno di festa”. Per Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay è “un grande sollievo, un appuntamento con la storia da troppo tempo rimandato”. Continua a leggere