Ad Aversa la prima trans non operata a sposarsi civilmente

Standard

atn_aversaGiovedì 27 aprile ad Aversa (Na), il Sindaco Domenico de Cristoforo celebrerà il matrimonio civile tra Alessia Cinquegrana e Michele Picone.

Già Miss Italia Trans 2014 e socia dell’ATN – Associazione Trans Napoli (che la ha assistita nel percorso legale e psicologico), Alessia è la prima donna trans in Italia che, dopo aver avuto la riattribuzione di sesso senza doversi sottoporre all’intervento demolitivo, può felicemente coronare il suo sogno di unirsi in matrimonio con il proprio compagno. Continua a leggere

TDoR 2016 in ricordo di Piccola Ketty

Standard

orgoglio_transCome ogni anno, il 20 novembre prossimo ci celebrerà a livello mondiale il TDoR – Transgender Day of Remembrance. La manifestazione che intende commemorare tutte le vittime di odio transfobico nasce ufficialmente nel 1999 per ricordare la morte, avvenuta l’anno prima di Rita Hester, una donna transgender di San Francisco.

Dal 2008, cioè da quando esiste il registro del Trans Murder Monitoring sono state centinaia le segnalazioni di morti dovute a transfobia. L’Italia, in tale senso, ha un triste primato: 30 vittime negli ultimi 8 anni di cui 5 nel 2016 (2 a Napoli).

“In città restano numerosi gli atti violenti rivolti all’estesa comunità trans – spiega Daniela Lourdes Falanga, responsabile delle politiche trans di Arcigay Napoli – ancora in gran parte messa ai margini dal forte stigma che nega l’accesso al mondo del lavoro e obbliga alla prostituzione oltre l’80% delle donne, perpetuando in quell’irragionevole atteggiamento di negazione che priva addirittura di un ricovero dignitoso, come nel caso di Nunzia Lo Preiato, che vede violenze inaudite rivolte, soprattutto la notte, alle donne trans costrette ai marciapiedi esistenziali come, solo quest’anno, Lia o Naomi per non parlare dei casi gravi di cui ci siamo dovuti occupare negli anni precedenti”

Continua a leggere

Doppio Poetè queer al Chiaja Hotel

Standard

poete_queerNuovo appuntamento nel salottino del Chiaja Hotel de Charme con la rassegna letteraria Poetè. Quello di venerdì 4 novembre/strong> sarà un doppio appuntamento all’insegna del queer.

Ospiti del salotto letterario curato da Claudio Finelli saranno Carlo Kik Misaki Ditto e Emiliano Reali che presentano rispettivamente “La pecora rosa” (StreetLib) e “Maschio o femmina?” (Meridiano Zero). Interverrà insieme agli autori Carmen Ferrara, Delegata Questioni Queer di Arcigay Napoli e creartice campagna #maqualegender. Letture a cura di Marco Sgamato.

“La Pecora Rosa” racconta il trentesimo anno di vita di Claudio, un Bridget Jones gay, alle prese con la giungla dei locali delle chat e con un mondo che ama ma da cui si allontana. In “Maschio o Femmina?”, invece, si intrecciano tante vite che hanno in comune l’enigma che dà il titolo al volume (seguito di “Se Bambi fosse trans?”) e che conduce i personaggi all’esaltazione o alla follia. Continua a leggere

“Misteriosofica fine” al Napoli Film Festival

Standard

nff18Dopo essere stato presentato all’ultimo TGLFF – Torino Gay and Lesbian Film Festival, uno dei più antichi festival glbt in Europa, e al Mix glbt di Milano il cortometraggio “Misteriosofica fine di una discesa agli inferi” diretto da Giuseppe Bucci sarà in concorso al Napoli Film Festival.

Interpretato da Imma Villa e tratto da “Scannasurice” di Enzo Moscato nella messa in scena di Carlo Cerciello, il cortometraggio racconta di un femminiello, cantastorie di una Napoli annientata dal terremoto del 1980, che tra le viscere dei quartieri malfamati in cui vive si confronta con se stesso, transessuale senza amore e dignità. Continua a leggere

Apre lo sportello di ATN e Dedalus per persone trans

Standard

atn_logoL’ATN-Associazione Transessuale Napoli annuncia l’apertura del suo sportello insieme alla Cooperativa Dedalus. Allo sportello, che si rivolge principalmente a persone transessuali e transgender, sarà possibile consultare un legale e una psicologa.

Il nuovo servizio fornirà informazioni sulla transizione medico-legale, accompagnamenti sanitari, orientamento ai servizi territoriali, mediazione culturale, consulenza legale in materia di riattribuzione del sesso e del nome, discriminazioni legate all’identità di genere, diritto di famiglia, redazione di contratti di convivenza (anche con patrocinio a spese dello Stato), consulenza psicologica e couseling per genitori, partner e amici di persone transessuali.

Lo sportello proporrà inoltre iniziative culturali e sociali di sensibilizzazione sulla tematica trans e uno spazio di socializzazione.

Lo sportello si trova al II° piano di via Marchese Giuseppe Calmieri 43 a Napoli e sarà aperto il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 14 alle 17. Per fissare un appuntamento è possibile chiamare al numero 333 7740209 oppure allo 081 0122973 (negli orari di attività dello sportello).

Offesa dagli infermieri al Don Bosco, trans rifiuta ricovero. Ora è grave

Standard

Giovedì 4 agosto alle ore 11.30 fuori l’ospedale San Giovanni Bosco si terrà un presidio di solidarietà a Nunzia Lo Preato organizzato da ATN-Associazione Transessuale Napoli e Arcigay Napoli

transfobiaEnnesimo caso di malasanità che vede coinvolta una persona trans: si è verificato negli scorsi giorni al San Giovanni Bosco dove Nunzia Lo Preato è stata ricoverata per un micro-infarto, decidendo poche ore dopo di rinunciare alle cure e di firmare per la dimissione pur di non essere offesa e derisa dagli operatori sanitari e dagli altri degenti. Nel pomeriggio la sua situazione si è aggravata e, prelevata dal 188, Nunzia è ora ricoverata all’Ospedale Loreto Mare.

Secondo la ricostruzione di ATN-Associazione Transessuale Napoli, di cui Nunzia è socia, nonostante i documenti d’identità confacenti la sua identità di genere, gli operatori sanitari incaricati del ricovero l’hanno continuamente derisa rivolgendosi a lei al maschile e discutendo su quale reparto fosse il più adatto.

Daniela Villani, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Napoli si è scusata con Nunzia a nome di tutta la città mentre Il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli (Verdi) ha chiesto ai responsabili dell’Ospedale e al direttore dell’ Asl di avviare una inchiesta interna. Continua a leggere

“The Danish Girl” sotto le stelle a Città della Scienza

Standard

danish-girlSabato 9 luglio a Città della Scienza nell’ambito della rassegna Movies Music and Stars sarà proiettato il film “The Danish Girl” di Tom Hooper con Eddie Redmayne e Amber Heard. La proiezione sarà preceduta da un dibattito dal titolo “Il percorso transessuale oggi, le due metà del cielo” a cui prenderanno parte Antonello Sannino, Daniela Lourdes Falanga e Fabio Caruso di Arcigay Napoli.

Il film racconta la storia vera di Einar Wegener, il primo uomo in Danimarca a farsi operare per il cambio di sesso e di sua moglie Greta, una coppia di artisti danesi i cui ritratti pittorici erano molto richiesti. Un giorno accade che, in mancanza di una modella, il marito debba vestirsi da donna per un quadro della moglie. La cosa si ripeterà spesso generando in Einar i primi turbamenti sulla sua identità sessuale. Lo scandalo all’epoca fu talmente grande che lo stesso sovrano della Danimarca si sentì in dovere di annullare il matrimonio. Continua a leggere

Trans aggredita a Fuorigrotta, terzo caso in poche settimane

Standard

transfobiaE’ accaduto la scorsa notte a Fuorigrotta, una donna trans è stata picchiata in strada e poi trascinata sul marciapiede. Si tratta del terzo caso di violenza a sfondo transfobico nella zona nel giro di poco tempo. Nelle scorse settimane, infatti, una donna trans è stata uccisa ed un’altra accoltellata.

A denunciarlo e l’ATN-Associazione Trans Napoli, di cui la vittima era socia, che chiede alle istituzioni locali un incontro per intervenire e far cessare questa violenza in attesa che la legge contro l’omofobia venga approvata.

“Gli strumenti sono cambiati – si legge in una nota dell’associazione – ma le persone trans sono ancora sconosciute alle Istituzioni che con le loro condotte omissive, continuano a esiliare e confinare le persone trans ai margini della società”

Ma i casi di violenza sono all’ordine del giorno, come quello di cui è stata vittima Alessia Becchimanzi, un’altra socia di ATN, che in occasione del ballottaggio alle ultime elezioni Comunali è stata aggredita fuori dal seggio. Continua a leggere

Tribunale di Napoli: “l’iter di transizione è individuale”

Standard

tribunale_napoliIl Tribunale di Napoli si è espresso circa la questione del mutamento di sesso con la sentenza n. 3958/16 avente come oggetto sia la domanda di autorizzazione alla rettifica chirurgica del sesso, sia la domanda per il cambio del nome e del sesso all’anagrafe senza previo adeguamento chirurgico.

Nelle motivazioni della sentenza si legge che “l’iter di transizione è individuale, non c’è un percorso giuridico o medico uguale per tutti, ma quello più idoneo a garantire il diritto alla salute e alla personalità secondo i dettami della Costituzione”.

A renderlo noto è l’Avv. Salvatore Simioli, responsabile dello Sportello Legale di Arcigay Napoli.

“Possiamo concludere – spiega l’Avv. Simioli – che la legge sul mutamento di sesso è l’esplicazione al diritto all’identità personale e all’autodeterminazione e che il percorso giuridico deve adeguarsi al percorso soggettivo più utile, senza che ci siano fasi necessarie o dipendenti imposte dal Tribunale”

Continua a leggere

Lavoro e mondo trans a Poetè

Standard

poete_transNuovo appuntamento giovedì 17 marzo nel salottino del Chiaja Hotel De Charme con Poetè, la rassegna letteraria curata da Claudio Finelli che questa settimana ospita gli autori del volume “Trasformare le pratiche nelle organizzazioni di lavoro e di pensiero” (Editoriale Scientifica) Stefano Oliviero, Luigi Maria Sicca e Paolo Valerio.

Partecipano all’incontro Luciana del Fico (UIL Campania), Ottavia Voza (delegata Politiche Trans di Arcigay Nazionale) e Antonello Sannino (Arcigay Napoli).

Il libro parla di inclusione e lo fa esplorando, con taglio critico, le organizzazioni di lavoro e di pensiero. Il volume insegna che stigmatizzare penalizza le organizzazioni, nucleo dei processi di creazione di valore economico e sociale e spiega che erigere barriere può condannare le organizzazioni e la società all’ingiustizia, al torpore inerziale di abiti di pensiero incrostati. Continua a leggere