Sentenza storica: cittadino russo riconosciuto rifugiato politico in quanto omosessuale

Standard

Sabato 22 aprile alle ore 17.00 in piazza Dante a Napoli si terrà un presidio per condannare le persecuzioni di omosessuali in Cecenia

putin_rainbowIl Tribunale di Salerno ha riconosciuto a Andrea L., un cittadino russo, lo status di rifugiato politico in quanto omosessuale: arrivato in Italia nel 2014 per sfuggire alle discriminazioni e alle violenze in seguito alla legge anti-propaganda omosessuale emanata in Russia nel 2013, in un primo momento il ragazzo si è visto rifiutare la domanda di Protezione Internazionale.

Grazie all’impegno dello Sportello MigraAntinoo di Arcigay Napoli e in particolare dell’Avvocato Mara Biancamano che ha impugnato il diniego innanzi al Tribunale di Salerno, il Giudice con ordinanza del 18 aprile 2017 ha riconosciuto ad Andrea lo status di rifugiato.

“Il provvedimento – spiega l’Avvocato Biancamano – è molto importante perchè riconosce il più alto grado di protezione ad una persona omosessuale proveniente dalla Russia. Nel provvedimento è riconosciuto che la situazione dei diritti delle minoranze lgbt in Russia si delinea come una situazione di grave e diffusa discriminazione sul piano sociale, anche per tradizionale abitudine culturale alla criminalizzazione degli orientamenti omosessuale”.

Continua a leggere

Al Caserta Campania Pride in autobus da Napoli e Salerno

Standard

Il Caserta Campania Pride si terrà sabato 25 giugno: concentramento alle ore 15.00 in piazza Vanvitelli, partenza del corteo alle ore 16.00. Dal 21 al 26 giugno si terrà inoltre il Pride Park presso il Ristorante Il Cortile e il Csa Ex Canapificio di Caserta

casertacampaniapride

In vista del Caserta Campania Pride di sabato 25 giugno, le associazioni Arcigay Napoli e Arcigay Salerno organizzano autobus che da Napoli e Salerno si dirigeranno verso Caserta in piazza Vanvitelli da cui partirà il corteo.

Da Napoli partiranno autobus dal Varco Pisacane (via Marina incrocio con via Duomo) alle ore 13.00 di sabato che rientrano in serata (7 euro a/r) oppure dopo il Pride Party (8 euro a/r). Per info e dettagli: 081 552 88 15 oppure presso la sede di Arcigay Napoli in vico san Geronimo 17 (dal lunedi al venerdi dalle 10.00 alle 20.00)

Da Salerno partiranno autobus dal Parco Pinocchio (via Antonio Gramsci) che faranno tappa a Baronissi (ore 12.30, parcheggio antistante all’Hotel dei Principati in via Salvatore Allende 88). Per info e dettagli: 331 165 9967 (Gianluca), 347 238 7451 (Rocco), 320 932 7187 (Flavia).

Elezioni a Salerno: “una campagna elettorale senza cittadini lgbt”

Standard

comune_salernoE’ stata presentata ieri la campagna #afarsalernocominciatu. In vista delle Elezioni Amministrative del prossimo 5 giugno, Arcigay Salerno, infatti, chiede ai candidati al Comune e al Consiglio Comunale di Salerno un impegno chiaro e concreto.

L’associazione ritiene, infatti, che nulla o poco è stato detto sul tema dei diritti civili e delle discriminazioni delle persone gay, lesbiche e transessuali in quella che l’allora Sindaco Vincenzo De Luca definì “città laboratorio” in Europa sul tema dei Diritti Civili.

“Era quest’ultima – si legge in un comunicato dell’associazione – una dichiarazione dell’ex sindaco espressa nel corso delle manifestazioni che organizzammo intorno al Pride regionale del maggio 2012. Molte speranze allora si accesero in chi, come noi, vive sulla propria pelle il peso dell’esclusione e dello stigma sociale. A noi pare che nel dibattito che si sta sviluppando a Salerno intorno alla campagna elettorale si continua a pensare ad una città senza alcuni dei suoi cittadini; senza i cittadinidella comunità lgbt”

Continua a leggere

Elezioni Comunali 2016, i candidati lgbt in Campania

Standard

ccr_logoIn vista delle Elezioni Comunali del prosimo 5 giugno, il Coordinamento Campania Rainbow porta all’attenzione della comunità lgbt e degli elettori, tutti quei candidati provenienti dalla società civile che hanno deciso di portare le istanze della comunità lgbt all’interno dei programmi politici dei candidati a Sindaco nei capoluoghi di provincia in Campania.

Oltre ai candidati nella lista DemA al Consiglio Comunale e nelle singole Municipalità in sostegno di Luigi De Magistris a Napoli, vi sono candidati anche negli altri capoluoghi di provincia campani.

A Caserta, in sostegno di Francesco Apperti , nella lista Speranza per Caserta, c’è Laura Sciaudone, prima candidata trans della città e membro dell’Associazione lgbt RAIN.

Proviene invece dall’Associazione WAND di Benevento Giulia Tesauro, candidata nella lista FabBene progetto civico in sostegno di Federica De Nigris.

Lo storico attivista lgbt Emanuele Avagliano (animatore della movida friendly salernitana e promotore, tra gli altri, del progetto DiverCity Salerno) è candidato a Salerno nella lista Davvero Verdi – ecologia & diritti in sostegno dell’attuale Sindaco Vincenzo Napoli. Continua a leggere

Comunali a Salerno, Adinolfi: “non celebrerò Unioni civili”

Standard

adinolfieadinolfiRaffaele Adinolfi, candidato alla carica di Sindaco al Comune di Salerno (sostenuto dal movimento Popolo della famiglia) [nella foto, a destra] ha dichiarato che, se fosse eletto, non celebrerà le Unioni civili (il cui testo di Legge è stato approvato alla Camera tre giorni fa), affermando anche che farà approvare un regolamento “per garantire ai funzionari il diritto di esercitare l’obiezione di coscienza”.

“Celebrare i matrimoni e le unioni civili è un compito specifico del sindaco – afferma Ottavia Voza, presidente di Arcigay Salernoed è veramente grave che una persona che si candida a svolgere questo ruolo non lo sappia. Questa dichiarazione dimostra solo che Adinolfi non è all’altezza del compito di fare il sindaco, perché ha intenzione di violare la legge, ma soprattutto perché ha la dichiarata intenzione di non rispettare i diritti, acquisiti a norma di legge, di alcuni dei suoi cittadini”

Continua a leggere

23 gennaio in piazza per le Unioni civili: Napoli in prima linea

Standard

svegliatitalia_napoliIn vista della discussione al Senato del ddl sulle Unioni civili, in tutta Italia le associazioni lgbt si stanno mobilitando: sabato 23 gennaio porteranno in piazza gay, lesbiche, bisex e trans ma anche tutti quei cittadini che vogliono un paese più laico, per chiedere al Parlamento una legge che possa consentire la fine di un’insopportabile discriminazione istituzionale.

E Napoli si dimostra di nuovo in prima linea nella difesa e la tutela dei diritti delle persone lgbt: Arcigay Napoli, Arcilesbica Napoli, Famiglie Arcobaleno e Associazione Trans Napoli con il supporto del Coordinamento Campania Rainbow e la co-organizzazione del Comune di Napoli, con il patrocinio morale della Regione Campania e della Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Napoli, hanno deciso di organizzare infatti un corteo dell’orgoglio sul modello del Pride. Continua a leggere