la campagna di arcigay napoli per il registro delle unioni civiliIl Comune di Napoli modifica le regole di accesso al Registro delle Unioni Civili. A renderlo noto è il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris in apertura del XV Congresso Nazionale Arcigay nella sala dei Baroni del Maschio Angioino.

Potranno registrare la loro unione anche coppie in cui anche uno solo dei due componenti è residente nella città di Napoli da almeno un anno.

“Un gesto importante - lo ha definito Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli - che ribadisce che conferma Napoli una città all’avanguardia nelle battaglie per le lotte civili”

Il Sindaco ha ricordato quattro anni di rapporti proficui tra l’Associazione e l’Amministrazione e le battaglie portate avanti in attesa dell’intervento del legislatore nazionale: dal Registro delle Unioni Civili e la trascrizione dei matrimoni contratti all’estero tra persone omosessuali al “conflitto istituzionale” con il Prefetto generato dalla trascrizione dell’atto di nascita del piccolo Ruben.

“A cominciare dal titolo della vostra iniziativa - ha esordito il Sindaco - si comprende quanta consonanza ci sia tra le vostre battaglie il nostro modo di intendere l’amministrazione della città: amore e diritti”

Segnala questa notizia su ZicZac! | trackback