la locandina della manifestazioneCome ogni anno in questo periodo si rinnova il tradizionale appuntamento con la Juta a Monetevergine, una festa che al suono delle tammorre fonde ritmi pagani e sentimento cristiano. Per il nono anno consecutivo la Candelora, grazie all’impegno di una rete di associazioni (tra cui i-Ken Onlus e Famiglie Arcobaleno), diviene occasione per ricordare che non tutti oggi godono degli stessi diritti e di pari dignità.

Anche Arcigay Napoli, al grido di “ritroviamo le vere origini della Candelora”, organizza insieme ad ATN - Associazione Transessuale Napoli due autobus che partiranno da piazza Garibaldi (i biglietti potranno essere acquistati presso la sede dell’associazione entro il 27 Gennaio. Per info: associazioneatn@alice.it)

Invece il Transbus (che negli anni passati ha portato la manifestazione in giro per la provincia) stazionerà domenica 30 gennaio dalle ore 18:30 nel piazzale antistante la villa comunale di Avellino e farà da infopoint delle iniziative che precedono e seguono la Juta del 2 febbraio.

Tra presentazioni di libri (“Le favole non dette” di Vladimir Luxuria il 1 febbraio), dibattiti (il 2 febbraio dopo la proiezione del film “Femminielli” di Michele Buono) e momenti di socialità, la Candelora sarà ancora una volta l’occasione per parlare delle nostre tradizioni senza dimenticare la realtà che ogni giorno viviamo e con cui ci confrontiamo. L’appuntamento il 2 febbraio alle ore 9:30 davanti alla funicolare per Montevergine.

Segnala questa notizia su ZicZac! | trackback