“La notte blu del tram” al Ridotto

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la morte della bellezzaUltimo appuntamento al Ridotto del Mercadante con la rassegna “Storie naturali e strafottenti” dedicato a Giuseppe Patroni Griffi nel decennale della scomparsa. Debutta giovedì 5 marzo, lo spettacolo “La notte blu del tram” con la regia di Pino Carbone e l’interpretazione di Francesca De Nicolais e Giovanni Del Monte.

Scritto nel 1948, è il racconto della scoperta della sessualità per il tredicenne Eugenio e del suo incontro, apparentemente casuale, con un signore durante il tragitto in tram ritornando a casa. Profondamente turbato dall’episodio, in un tumulto di emozioni ancora confuse e spinto dalla curiosità, Eugenio ritorna sui luoghi del primo incontro.

“Una fiaba senza morale - spiega il regista - che non tiene conto del senso comune di moralità, e che soprattutto non vuole insegnarla a nessuno. Un racconto che diventa una storia, che diventa spazio in cui agire, che diventa corpo vivo”

[>>]

“Napoli Si-cura”, l’arte e lo spettacolo per una città inclusiva

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la locandina dell’incontroSi svolgerà venerdì 27 febbraio al Largo Berlinguer di Napoli l’evento “Napoli Si-Cura: musica, teatro e spettacolo per una città inclusiva” organizzato da Arcigay Napoli e Città Amica, il progetto della Città di Napoli che si propone di diffondere la cultura del diritto alla sicurezza, creando presidi di progresso, evoluzione ed educazione al rispetto delle differenze attraverso un uso attivo dei luoghi della città.

L’evento, presentato da Lucilla Nele e coordinato artisticamente da Claudio Finelli, nasce infatti dall’assunto che l’inclusione e l’integrazione in realtà metropolitane complesse come quella napoletana devono coincidere con una capacità di vivere in modo più attivo e partecipato gli spazi urbani. In questa chiave, anche l’arte può costituire un alternativa all’abbandono e un deterrente alla criminalità: lì dove c’è un palco illuminato, ci sono luci che rischiarano la notte della città, rendendo la città più bella, più vivibile e più sicura per tutti. [>>]

“DiverCity”, i primi risultati in un convegno a Palazzo San Giacomo

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

logo divercitySi svolgerà martedì 24 febbraio a Palazzo San Giacomo a Napoli il Convegno “Napoli DiverCity: una rete per imparare a riconoscere le differenze. Le pari opportunità delle persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuali” in cui saranno presentati i primi risultati di Napoli DiverCity con testimonianze degli operatori e dei cittadini che hanno fruito dei numerosi servizi del progetto: più di mille e trecento tra docenti, studenti ed operatori pubblici formati contro le discriminazioni, più di cento accessi allo sportello che ha trattato casi i più vari, più di sessanta operatori impegnati tra professionisti, docenti, personale qualificato e numerosi volontari.

Nel corso del convegno saranno illustrati il protocollo d’intesa tra il Comune di Napoli e la Human Rights Commission della Città di San Francisco e quello con il Comune di Torino, sede della segreteria della rete READY (Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere) per favorire le azioni per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere. [>>]

“Lei disse sì” ad AstraDoc

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

Lorenza e Ingrid da 7 anni vivono una storia d’amore e desiderano sposarsi: per questo coinvolgono amici e parenti nella preparazione del matrimonio che si svolgerà in Svezia, dove il matrimonio è per tutti. Le due donne danno vita a una racconto romantico, politico, serio e scanzonato allo stesso tempo, dove il tema della felicità passa dall’importanza della condivisione, dalla scelta degli abiti e tutte quelle “piccolezze” che nutrono il matrimonio come rito. “Lei disse sì” sarà proiettato venerdì 20 febbraio alle ore 21.00 all’Academy Astra (via Mezzocannone 109) nell’ambito della rassegna Astra Doc (ingresso: 3,00 euro; 2,50 ridotto Arci Movie).

Poetè “poetico” al Chiaja Hotel

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la locandina dell’incontroAppuntamento interamente dedicato alla poesia quello di giovedì 19 febbraio al Chiaja Hotel de Charme con la rassegna letteraria Poetè curata da Claudio Finelli e realizzata in collaborazione con il Centro di Poesia.

Protagonisti del reading poetico saranno Viola Amarelli, Claudia Iandolo, Rita Pacilio e Nicola Vacca che presenteranno e leggeranno i loro versi.

L’incontro sarà, come di consueto, condito da tè e biscottini. [>>]

“Ragazzo di Trastevere” al Ridotto

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

giuseppe patroni griffiContinua la rassegna “Storie naturali e strafottenti” promossa dal Teatro Stabile di Napoli e dedicata alle opere dello scrittore Giuseppe Patroni Griffi [nella foto] scomparso nel 2005.

Il nuovo romanzo dello scrittore trasposto in palcoscenico è “Ragazzo di Trastevere”, che su adattamento e regia di Giuseppe Sollazzo sarà in scena fino al 22 febbraio al Ridotto del Mercadante

Scritto nel 1955, è la storia del giovane sottoproletario Otello, bello e senza remore, sposato, che sbarca il lunario prostituendosi con ricchi omosessuali, con i quali intrattiene delle vere e proprie relazioni [>>]

Cassazione: “niente nozze gay, ma sì ai diritti”

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la corte di cassazioneLa Cassazione ha respinto il ricorso di una coppia gay che si riteneva discriminata perché gli è stato impedito di sposarsi in Campidoglio. In pratica, per i supremi giudici, l’Europa e la Costituzione non impongono al legislatore di estendere il vincolo del matrimonio alle persone dello stesso sesso e quindi non c’è discriminazione.

Ma la stessa Cassazione specifica, sollecitando un intervento del legislatore, che le coppie gay hanno il diritto, in base all’articolo due della Costituzione (che tutela i diritti umani dei singoli e della loro vita sociale e affettiva), a “un nucleo comune di diritti e doveri di assistenza e solidarietà propri delle relazioni affettive di coppia”.

E rifacendosi alla Carta dei diritti fondamentali della Ue, i giudici di Cassazione osservano che [>>]

“Aesthetica”, il corpo al tempo dei social network

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

una foto di scenaGennaro Cimmino, coreografo e direttore del Centro di Danza Contemporanea Körper di Napoli, firma progetto, costumi e regia di “Aesthetica - esercizio n° 1″, lo spettacolo che andrà in scena in prima nazionale dal 13 al 15 febbraio al Piccolo Bellini di Napoli.

Primo di un trittico di lavori dedicato al tema del corpo e della sua immagine secondo l’alfabeto globale dei social network, lo spettacolo procede per suggestioni e nuclei espressivi discontinui, propri della narrazione “social”, che si succedono senza soluzione di continuità.

Frutto di un lavoro a più mani, “Aesthetica - esercizio n° 1″ nasce dal confronto-incontro di generazioni e sensibilità diverse sul tema del corpo oggi, attraverso i linguaggi e le espressioni della danza contemporanea. [>>]

Doppio Poetè in rosso e “noir”

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la locandina del doppio incontroDoppio appuntamento quello di giovedì 12 febbraio al Chiaja Hotel con Poetè, la rassegna letteraria curata da Claudio Finelli. Saranno infatti presentati i volumi “Rosso perfetto/Nero perfetto” a cura di Maurizio Fiume e Angelo Petrella (Iuppiter) e “Rosso quadrato” di Tom Joad (Editori Internazionali Riuniti). Interverranno l’editrice Laura Cocozza e Claudio Franchi. Letture di Carlo Damasco e Roberto Maiello.

“Rosso perfetto/Nero perfetto” è una raccolta di soggetti cinematografici e racconti noir frutto dei laboratori di Maurizio Fiume e Angelo Petrella che si sono tenuti presso la Iuppiter Edizioni a Napoli mentre “Rosso quadrato” è la storia di un sindacalista improvvisatosi detective le cui indagini lo porteranno a fare i conti con l’oscuro passato di stragi che il mondo sembra aver dimenticato: Tom Joad è il nome collettivo (ispirato da un personaggio di Steinbeck) di Claudio Franchi, Augusto Palombini e Francesco Sinopoli. [>>]

Login