teatro/recensione: un “Week End” con Annibale Ruccello

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

una foto di scena di Pietro PesceAnnibale Ruccello scrisse “Week End” nel 1983. Il testo, uno dei suoi meno “praticati”, conclude la trilogia del Teatro da camera (cominciata con “Le cinque rose di Jennifer” e “Notturno di donna con ospiti”) e anticipa i temi dei testi successivi.

L’allestimento di Luca De Bei (che vede Margherita Di Rauso interpretare Ida, la maestra “emancipata” che però tradisce le sue origini provinciali) sottolinea le ossessioni del Ruccello antropologo: un’umanità marginale (rappresentata, in questo caso, dalla zoppia della protagonista), la solitudine che si popola di fantasmi, la favola e l’incubo ma anche la musica (qui quella francese degli anni 30) e la televisione che scandiscono il ritmo, il telefono come mezzo di comunicazione col mondo esterno che, a sua volta, irrompe dalla finestra. Tutti elementi che, insieme all’uso della lingua (altro fil rouge nelle opere di Ruccello) contribuiscono a comporre un quadro d’insieme in cui il confine con il sogno è volutamente ambiguo quasi a voler creare una realtà a se stante.

Visto al Piccolo Bellini di Napoli, mercoledì 3 ferraio 2016.

Poetè: Francesco Gnerre al Chiaja Hotel

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la locandina dell’incontroNuovo appuntamento venerdì 5 febbraio nel salottino del Chiaja Hotel De Charme con Poetè, la rassegna letteraria curata da Claudio Finelli che questa settimana ospita Francesco Gnerre, per presentare il suo libro “La biblioteca ritrovata. Percorsi di lettura gay nel mondo contemporaneo” (edizioni Rogas) Studio) . Intervengono gli scrittori Andrea Pini e Eduardo Savarese

Con modalità diverse una cultura gay è sempre più diffusa, anche nei paesi dove ancora i diritti non sono uguali per tutti. Grazie anche a Internet, ai social network, alla ridefinizione del matrimonio, alla diffusione di storie gay nella letteratura, nel cinema e nelle serie televisive, pregiudizi atavici sono in crisi ovunque e la questione gay è diventata ormai un importante parametro per valutare lo stato della democrazia e della modernità di un Paese. In Italia il tema è ancora problematico. [>>]

libri/anteprima: “La biblioteca ritrovata” di Francesco Gnerre

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »
Proponiamo l’introduzione al volume “La biblioteca ritrovata” di Francesco Gnerre (edizioni Rogas) che sarà presentato venerdì 5 febbraio alle 18.30 al Chiaja Hotel de Charme (via Chiaia 216) nell’ambito della rassegna letteraria Poetè

la copertina del libroOggi una cultura gay esiste e si diffonde con modalità diverse, in tutto il mondo, anche nei paesi dove sono ancora in vigore leggi esplicitamente omofobe. Negli ultimi anni, grazie anche a internet, ai social network, alle migrazioni di massa, alla ridefinizione del matrimonio, pregiudizi atavici sono in crisi dappertutto, e si può affermare, come ha scritto recentemente un sociologo francese, che “come una cartina di tornasole dell’evoluzione culturale, la questione gay diventa anche un buon parametro per valutare lo stato della democrazia e della modernità di un paese”.

Anche in Italia si registrano notevoli cambiamenti. Una cultura gay da noi è sempre esistita, ma difficilmente viene riconosciuta come tale. Esistono, per fare solo qualche esempio, storie dei movimenti di liberazione gay, ricostruzioni della vita degli omosessuali nei secoli e nei decenni passati, molti testi letterari rappresentano situazioni e personaggi gay, ma il tema, in particolare nella letteratura, non ha trovato ancora una organica sistemazione né nella critica letteraria, né nelle storie della letteratura. [>>]

“Week End” di Ruccello al Piccolo Bellini

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

una foto di scena di Pietro PesceAndrà in scena da martedì 2 febbraio al Piccolo Bellini di Napoli lo spettacolo “Week End” di Annibale Ruccello per la regia di Luca De Bei e l’interpretazione di Margherita Di Rauso, Giulio Forges Davanzati e Gregorio Valenti.

Lo spettacolo racconta il fine settimana di Ida, un’insegnante quarantenne originaria di un piccolo paese del napoletano che abita in una periferia romana. In questi due giorni Ida impartisce ripetizioni a un goffo studentello, accoglie in casa un giovane idraulico e vive, o crede di vivere, con entrambi gli uomini esperienze sessuali liberatorie ed estreme. [>>]

Il Napoli scende in campo contro l’omofobia

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

il lacci rainbow contro l’omofobiaDopo lo spiacevole episodio al termine della partita di Coppa Italia Inter-Napoli e dopo le scuse, accettate da Mancini e dall’Inter, il Napoli Calcio e il suo allenatore Maurizio Sarri hanno deciso di scendere in campo contro l’omofobia.

Giovedì 28 gennaio a Castelvolurno (Na) il tecnico del Napoli, infatti, incontrerà una delegazione di Arcigay Napoli nel corso del quale gli saranno consegnati i lacci rainbow contro l’omofobia.

Al termine dell’incontro, alle ore 15.00, si svolgerà la partita tra il Napoli Calcio e la squadra del San Vito Positano (di cui è presidente Alessandro Cecchi Paone) che sarà trasmessa in diretta su Mediaset Premium (sui canali 370 e 380 del Digitale Terrestre). [>>]

Poetè: Rosaria Iardino al Chiaja Hotel

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la locandina dell’incontroNuovo appuntamento mercoledì 27 gennaio nel salottino del Chiaja Hotel De Charme con Poetè, la rassegna letteraria curata da Claudio Finelli che questa settimana ospita Rosaria Iardino, scrittrice e presidente di NPS-Network Persone Sieropositive, per presentare il suo libro “Presidente la mia è una famiglia” (edizioni Alpine Studio) . Intervengono Giuseppina La Delfa (presidente storica di Famiglie Arcobaleno) e Alessia Schisano (avvocato matrimonialista). Letture di Roberta De Pasquale e Gennaro Maresca.

L’autrice parte da una forte denuncia, perché tuttora in Italia una famiglia omogenitoriale non ha nessun diritto nei confronti dei figli; in ospedale i genitori non biologici non hanno alcun titolo per decidere per i figli; alla scuola dell’infanzia, la prima maestra poco tollerante, potrebbe mettersi di traverso e non lasciarli uscire in loro compagnia alla fine della giornata! Le cause: antichi pregiudizi e un vuoto legislativo colpevole che il “potere” si rifiuta di affrontare. [>>]

Svegliati Napoli: 20mila in piazza per l’uguaglianza e le Unioni civili

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

piazza del plebiscito arcobaleno

Circa 20mila manifestanti, secondo gli organizzatori, sono scesi ieri in piazza a Napoli per chiedere al Parlamento e al Governo, in vista della discussione al Senato del ddl sulle Unioni civili, di accompagnare il Paese verso l’obiettivo dell’uguaglianza.

In contemporanea altre 100 città italiane si sono mobilitate portando in piazza un milione di persone e ci sono state manifestazioni anche fuori le ambasciate di alcune città straniere, ma solo a Napoli si è svolto un corteo sul modello del Pride.

Insieme alle sigle lgbt napoletane hanno aderito all’iniziativa associazioni, sindacati, cooperative sociali e collettivi tra cui l’Arci Napoli, l‘ANPI – Associazione Nazionale Partigiani, la CGIL Napoli, la UIL Campania e, gli studenti della Rete della Conoscenza ma soprattutto tanta gente comune che sui social ha espresso grande vicinanza e solidarità alla comunità lgbt in questo momento storico decisivo per il futuro del Paese. [>>]

Omofobia a bordo campo. Arcigay Napoli: “basta omertà”

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

maurizio sarei, allenatore del napoliLa partita di quarti di finale di Coppa Italia di ieri sera si è conclusa con la sconfitta del Napoli e la vittoria dell’Inter ma soprattutto con l’espulsione di entrambe gli allenatori a causa di uno spiacevole episodio di omofobia.

A raccontare l’accaduto, alla Gazzetta dello Sport, è Roberto Mancini, tecnico dell’inter, che accusa di atteggiamento razzista il collega del Napoli Roberto Sarri [nella foto].

“Avevo chiesto solo al quarto uomo il perché dei cinque minuti di recupero e lui ha iniziato a inveire contro di me, dandomi del ‘frocio’ e ‘finocchio’. Ha 60 anni e si deve vergognare”

Molti, tra cui lo stesso Sarri (che si è poi scusato con Mancini), avrebbero voluto che l’episodio “restasse in campo”. Tra quelli che invece apprezzano l’atteggiamento non omertoso di Mancini c’è Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli che in passato è stato responsabile nazionale sport per Arcigay [>>]

Poetè: L.R. Carrino al Chiaja Hotel

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la locandina dell’incontroNuovo appuntamento giovedì 21 gennaio nel salottino del Chiaja Hotel De Charme con Poetè, la rassegna letteraria curata da Claudio Finelli che questa settimana ospita lo scrittore Luigi Romolo Carrino per presentare il suo ultimo romanzo “La buona legge di Mariasole” (edizioni e/o) . Interviene il drammaturgo e regista Mario Gelardi. Letture di Carlo Caracciolo.

Mariasole Simonetti segue il carro funebre che sta accompagnando suo marito Giovanni Farnesini al cimitero di Poggioreale. Nel lungo tragitto ripercorre gli eventi che l’hanno portata fino a questo tragico momento: il cadavere di Giovanni, figlio del boss Don Antonio Farnesini, è stato trovato sugli scogli di Mergellina, la sua colpa è di aver violato la legge più importante del giuramento del clan Acqua Storta: «Un camorrista deve sempre ragionare con il cervello, mai con il cuore». [>>]

Login