E’ di Aversa la nuova Miss Trans Italia

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

alessia, miss trans 2014E’ di Aversa, in provincia di Caserta, la nuova Miss Trans Italia.

Si chiama Alessia Cinquegrana, 27 anni, ed è stata eletta da una giuria composta da sette persone sabato scorso sul paco allestito in via Diaz a Napoli al termine della ventiduesima edizione del premio che da quest’anno è diventato itinerante.

Regina Satariano, ideatrice e organizzatrice della kermesse, annuncia che l’anno prossimo la manifestazione si sposterà a Bari. E si affretta a spegnere una polemica seguita all’incoronazione.

Il Giornale infatti, in un’intervista alla neo-eletta, riporta alcune dichiarazioni in cui Alessia si dichiara favorevole ai matrimoni ma contraria alle adozioni gay [>>]

Un calcio ai pregiudizi a Scampia

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

lacci rainbow contro l’omofobiaDa mercoledì 17 a sabato 20 settembre presso il centro sportivo Arci Scampia si svolgerà, per il terzo anno consecutivo, il Torneo Internazionale “Dai un calcio ai pregiudizi” che vede, tra gli altri, il sostegno di Arcigay Napoli e la partecipazione, tra le squadre in gioco, dei Pochos Napoli.

La madrina, anche quest’anno, è Laura Matrone (Campionessa di Taekwondo, medaglia d’oro agli Europei 2011). Il calcio d’inizio è fissato per mercoledì alle ore 19.00. Alle 17.00 presso il centro sportivo Il raggio di sole di Scampia ci sarà un cocktail di benvenuto in cui saranno presentate le squadre partecipanti. [>>]

Salerno: le aziende promuovono l’inserimento di soggetti discriminati

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

logo unarSono in partenza gli otto tirocini attivati da Arcigay Salerno insieme ad altrettante aziende salernitane nell’ambito del progetto DJ - Diversity on the job, il programma, promosso dall’UNAR del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri e attuato da Italia Lavoro, promuove l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati attraverso la realizzazione di tirocini professionalizzanti retribuiti.

Un’opportunità finalizzata a sostenere le scelte professionali e favorire l’acquisizione di competenze mediante la conoscenza diretta del mercato del lavoro, agevolando l’inserimento o il reinserimento dei soggetti esclusi o a rischio di esclusione per il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere.

Ogni tirocinante sarà affiancato per i prossimi 3 mesi da un tutor aziendale ed un coach di Arcigay Salerno per attività di orientamento e di monitoraggio. [>>]

Comune: presto uno sportello per gay, lesbiche e trans

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

apre lo sportello lgbt del comuneNascerà il 30 settembre prossimo lo sportello del Comune di Napoli rivolto a gay, lesbiche e trans. L’annuncio arriva direttamente da Alessandra Clemente, Assessore alle Politiche giovanili. Il progetto è stato seguito dal suo Assessorato insieme a quello delle Pari Opportunità.

“Un osservatorio giovanile lgbtq - afferma la Clemente sulle pagine de Il Mattino - per creare un servizio informativo giovanile sulle tematiche del settore e soprattutto sui diritti”

Ma lo sportello, situato in via porta di Massa, sarà aperto a giovani e non che potranno rivolgersi a vari specialisti come medici e avvocati. [>>]

Miss Italia, Patrizia Mirigliani vuole aprire alle trans

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

miss trans 2014A 22 anni dalla prima edizione di Miss Trans Italia, kermesse alternativa nata in seguito all’esclusione dal concorso di una ragazza transessuale che voleva indossare l’ambita fascia, Patrizia Miriglian, patron di Miss Italia, annuncia che il concorso potrebbe aprirsi anche alle trans. Il regolamento di Miss Italia infatti, prevede che la miss sia donna dalla nascita.

Si tratta di una significativa vittoria sociale e culturale del movimento transessuale italiano, come giustamente sottolinea Regina Satariano, figura storica del mondo trans e ideatrice ed organizzatrice di Miss Trans Italia, che da quest’anno diventa itinerante (e parte da Napoli) per dare maggiore visibilità e attenzione alle istanze di una realtà fatta non solo di lustrini e sfilate ma anche di urgenze normative e necessità concrete. [>>]

Il corpo e la città. RAIN Caserta: “giornata anomala ma proficua”

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »
Le attività dell’associazione RAIN riprenderanno sabato 13 Settembre con una riunione presso il Ristorante Antico Cortile sito in via Tanucci 53 a Caserta dalle ore 16.30 alle 19

logo rainAnche la neonata associazione RAIN - Associaizone lgbt casertana, attraverso un comunicato stampa, ha voluto esprimere le proprie osservazioni sull’incontro “Il corpo e la città - memoria, liberazione e futuro” tenutosi sabato scorso presso la CGIL di Napoli nel corso di una giornata definita “tanto anomala quanto proficua”

“Il risultato dell’incontro resta proficuo e produttivo ben lontano dai pregiudizi, taluni anche nostri, che hanno fomentato tensione, odio e prevaricazione”

[>>]

Miss Trans Italia, la finale a Napoli

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »
Sabato 13 alle ore 11.00 si terrà, in piazza Matteotti, un dibatto sui diritti delle persone trans a cui parteciperanno Regina Satariano, Paolo Valerio (Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere), Loredana Rossi (ATN - Associazione Trans Napoli), Daniela Falanga (Arcigay) e Andrea Morniroli (Cooperativa Dedalus)

la locandina dell’eventoDopo 22 anni, la finale di Miss Trans Italia lascia la sua sede storica di Marina di Torre del Lago per diventare itinerante: la tappa conclusiva dell’edizione 2014 si terrà, infatti, sabato 13 settembre a Napoli.

A scegliere la patria del “femminiello” (e anche luogo di provenienza della maggior parte delle partecipanti) è stata Regina Satariano, presidente dell’Associazione Consultorio Transgenere e ideatrice e organizzatrice del concorso dalla prima edizione nel 1992, quando una concorrente transessuale fu espulsa da Miss Italia che (ancora oggi) nel suo regolamento vieta la partecipazione alle transessuali. [>>]

Il corpo e la città. Arcigay Napoli: “iniziativa confusa e strumentale”

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la locandina dell’incontroSi è tenuto sabato scorso presso la sede della CGIL di Napoli l’incontro “Il corpo e la città - memoria, liberazione e futuro” con l’intenzione di mettere a confronto le varie esperienze di militanza sul territorio regionale. Nel salutare i partecipanti il Consiglio Direttivo di Arcigay Napoli ha espresso “una certa evidente preoccupazione per la singolarità di quest’iniziativa” che viene definitiva senza mezzi termini confusa e priva di contenuti oltre che strumentale.

“Dobbiamo purtroppo constatare - si legge nel documento - che l’iniziativa di oggi mentre da un lato dichiara di voler focalizzare l’attenzione sui trent’anni dalla fondazione della prima esperienza associativa campana lgbt, dall’altro esclude di fatto dal programma dell’evento e da qualsiasi tipo di invito, ogni intervento degli attuali rappresentanti, democraticamente eletti, del soggetto di cui ricorrono i trent’anni”

Il Direttivo di Arcigay Napoli stigmatizza il personalismo, la mancanza di trasparenza dialettica oltre che l’immaturità politica e culturale alla base dell’iniziativa [>>]

“Do not disturb”, nuove ossessioni a Benevento Città Spettacolo

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

do not disturb a benevento“Do not disturb”, il format teatrale ideato e diretto da Mario Gelardi con la drammaturgia di Claudio Finelli torna (con nuove camere e “nuove ossessioni”) per tre fine settimana consecutivi nell’ambito della 35a edizione di Benevento Città Spettacolo, il festival teatrale diretto da Giulio Baffi.

Alla ricerca di una nuova verità scenica: le camere da letto, come veri e propri palcoscenici, fanno da scenografia a storie a cui un pugno di spettatori, penetra direttamente nel post intimità delle coppie e assiste, spiando i personaggi poco prima che lascino la stanza. Il pubblico vive la storia ad un palmo dall’attore, quasi nascondendosi, ed allo stesso tempo costringendo l’attore ad una messinscena che abbatta ogni finzione teatrale. [>>]

Login