Omofobia a Napoli, schiaffeggiato a piazza Bellini

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

piazza belliniE’ avvenuta l’altra notte l’ennessima aggressione di stampo omofobico nei pressi di piazza Bellini a Napoli. La vittima, Domingo, è un uomo di 50 anni che attendeva il primo autobus disponibile per tornare a casa quando tre uomini, scesi da un auto in sosta nei pressi della fermata, lo hanno schiaffeggiato con violenza.

Arcigay Napoli, che insieme ad ATN- Associazione Trans Napoli, ha reso pubblicala vicenda, chiede a Regione e Comuni, di poter intervenire con tutti i mezzi a loro disposizione (compresa la possibilità di una legge regionale contro l’omotransfobia nell’attesa di una legge nazionale) e alle Forze dell’ordine di alzare il livello di sorveglianza in alcuni luoghi particolari come piazza Bellini, piazza Monteoliveto, la sede storica di Arcigay/Arcilesbica e fuori ai locali e ai luoghi di aggregazione della movida lgb.

“Per fortuna oggi si denuncia molto di più – dichiara Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli - anche se per diversi motivi molti ragazzi hanno ancora timore e non riescono a denunciare. In questo caso grazie alla collaborazione con l’ATN la vicenda viene pubblicamente resa nota e aiuteremo Domingo a esporre denuncia. Ma ancora una volta arriviamo in ritardo, a cose accadute, e non riusciamo a prevenire la violenza”.

[>>]

Trovato un bossolo fuori la sede di Arcigay Napoli. Sannino: “non ci lasceremo intimorire”

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

il bossolo fuori la sede di arcigayLo scorso 22 agosto, alla riapertura della sede di Arcigay Napoli, è stato ritrovato il bossolo di un proiettile esploso appoggiato sul chiavistello della porta [nella foto].

Non si tratta di un caso isolato, numerosi sono gli episodi negli ultimi mesi tutti regolarmente denunciati alle forze dell’ordine: carcasse di animali e cassonetti della spazzatura lasciati davanti agli ingressi, porte ritrovate aperte senza furti o apparenti forzature e un gruppo di ragazzi su ciclomotori che lo scorso luglio ha costretto all’interno alcuni associati con la minaccia di armi da fuoco.

“L’ultimo episodio - afferma Antonello Sannino, presidente dell’associazione - è inquietante perché viene dopo molti altri episodi di vandalismo che sono avvenuti negli ultimi mesi ai danni della sede storica e prontamente segnalati alle forze dell’ordine e alle istituzioni locali”

Mentre il Comune di Napoli e le Forze dell’Ordine stanno facendo il possibile per fare chiarezza sull’inquietante vicenda, ai membri e a tutti gli associati di Arcigay Napoli è giunta la solidarietà di tante associazioni locali e nazionali, lgbt e non, parlamentari, politici locali e comuni cittadini. [>>]

Unioni civili, prime coppie a Napoli e Avellino

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

l’assessore villani accoglie la richiesta di unione civileIeri mattina presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo di Napoli alla presenza di Daniela Villani, Assessora alla Qualità della vita e Pari Opportunità, è stata ricevuta la prima coppia che ha dichiarato intenzione di voler costituire una Unione civile dello stesso sesso.

Si tratta di Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli, e del suo compagno Danilo [nella foto]. L’Unione civile sarà celebrata entro fine settembre nella Sala della Loggia del Maschio Angioino.

“Questa firma - ha dichiarato Sannino - è il simbolo dell’abbattimento di un muro di ipocrisia durato millenni in Europa, nel nostro Paese e nella nostra città. Il prossimo muro da abbattere sono il riconoscimento dei diritti dei bambini che sono all’interno di coppie omosessuali e le adozioni”

[>>]

RAIN Caserta, eletto il nuovo Presidente e confermato il direttivo

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

logo rainSono stati eletti domenica scorsa i nuovi organi sociali dell’associazione lgbt casertana RAIN: il nuovo presidente è Bernardo Diana, studente in Giurisprudenza originario di Casal di Principe (Ce).

Laura Maria Santonicola si riconferma vice-presidente mentre Enzo Genovese, presidente uscente, è il nuovo tesoriere; interamente riconfermato il Consiglio Direttivo (composto da Vincenzo Restivo, Marco Pignetti, Romana Russello, Vittoria Natale) a cui si aggiunge Christian Coduto; Sara Monfregola è la presidente del Collegio dei Probiviri insieme a Luigi Arzillo e Salvatore Scamperti.

“Assumere la presidenza di questa associazione mi rende fiero e davvero felice - ha dichiarato il neo-presidente - abbiamo molte attività che bollono in pentola, speriamo di essere all’altezza ed essere pronti per questo periodo post Pride nel quale ci prepariamo per la celebrazione delle prime unioni civili a Caserta”

[>>]

Unioni civili, da metà agosto anche a Napoli. A San Giorgio tutto pronto per le celebrazioni

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

comuen di napoliA partire da metà agosto la Municipalità I (Chiaia) inizierà a raccogliere le richieste di tutte le coppie omosessuali che vogliono unirsi civilmente e da settembre sarà possibile farlo in tutte le dieci Municipalità. Le unioni potranno essere celebrate presso la Sala della Loggia del Maschio Angioino o presso la sede della Municipalità.

Ad annunciarlo è Daniela Villani, Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, in risposta ad una polemica nata sui social su un presunto ritardo da parte del Comune

“La legge Cirinnà - chiarisce l’assessore - era attesa fin dal 2015, il parlamento ha legiferato un testo pesantemente censurato e ridimensionato e il regolamento provvisorio è entrato il vigore solo il 29 di luglio. Le poche unioni civili celebrate ad oggi in Italia sono casi unici, Napoli si sta trutturando per riconoscere tale diritto fondamentale a chiunque lo desideri”

[>>]

Ancora cartelli omofobi su via Toledo. Martedì sit-in di protesta

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »
Il Gruppo Giovani Arcigay Napoli insieme a I’m gay, any problem? ha organizzato per martedì 2 agosto alle ore 18.00 un sit-in che si svolgerà in via Toledo nei pressi del cartello incriminato.

il cartello su via toledoL’associazione Arcigay Napoli segnala di nuovo la presenza di un cartello dal contenuto omofobico su via Toledo: insieme ad altri cartelli contro Gonzalo Higuaín, ve n’è infatti uno in cui il calciatore è pesantemente truccato e circondato dalle scritte “frocio traditore”, “Gonzala Checchaiguan” e “vai frocio dai tuoi simili alla Juve”.

Già lo scorso maggio, infatti, a ridosso del Mediterranean Pride of Naples, l’associazione aveva seganato un cartello esposto nella vetrina dello stesso esercente con le foto rispettivamente di Marek Hamsik e di Roberto Mancini e con la scritta “noi pronti alla guerra, voi pronti al Gay Pride”.

“Chiediamo – dichiara Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli – a questo punto l’immediato intervento dei vigili urbani perché venga rimosso questo cartellone e perché vengano presi provvedimenti nei confronti di chi offende l’immagine di una delle strade principali di Napoli, attraversata ogni giorno da migliaia di napoletani e di turisti”

Offesa dagli infermieri al Don Bosco, trans rifiuta ricovero. Ora è grave

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »
Giovedì 4 agosto alle ore 11.30 fuori l’ospedale San Giovanni Bosco si terrà un presidio di solidarietà a Nunzia Lo Preato organizzato da ATN-Associazione Transessuale Napoli e Arcigay Napoli

transfobiaEnnesimo caso di malasanità che vede coinvolta una persona trans: si è verificato negli scorsi giorni al San Giovanni Bosco dove Nunzia Lo Preato è stata ricoverata per un micro-infarto, decidendo poche ore dopo di rinunciare alle cure e di firmare per la dimissione pur di non essere offesa e derisa dagli operatori sanitari e dagli altri degenti. Nel pomeriggio la sua situazione si è aggravata e, prelevata dal 188, Nunzia è ora ricoverata all’Ospedale Loreto Mare.

Secondo la ricostruzione di ATN-Associazione Transessuale Napoli, di cui Nunzia è socia, nonostante i documenti d’identità confacenti la sua identità di genere, gli operatori sanitari incaricati del ricovero l’hanno continuamente derisa rivolgendosi a lei al maschile e discutendo su quale reparto fosse il più adatto.

Daniela Villani, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Napoli si è scusata con Nunzia a nome di tutta la città mentre Il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli (Verdi) ha chiesto ai responsabili dell’Ospedale e al direttore dell’ Asl di avviare una inchiesta interna. [>>]

Unione civile per il primo Sindaco gay. Arcigay: “un evento significativo”

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

il sindaco zinno e il compagno micheleGiorgio Zinno, primo cittadino di San Giorgio a Cremano (Na) e primo Sindaco dichiaratamente gay, si unirà civilmente con il suo compagno il prossimo 24 settembre. La notizia sarà ufficializzata nei prossimi giorni ma Zinno l’aveva già anticipata a margine dell’incontro con la Console americana Colombia A. Barrosse in occasione della consegna dell’Antonio d’Oro.

“I tempi erano maturi per l’unione - spiega Zinno a la Repubblica Napoli - attendevamo la legge più che la volontà. E’ un’unione in tutti i sensi, non con lo stesso rito ma resta per me un momento importante che vivremo con le famiglie, gli amici e i compagni di partito. Per fortuna il rito civile c’è, il matrimonio serve anche a dimostrare che non siamo marziani improvvisamente scesi dal cielo ma coppie che vivono insieme da anni nella normalità”

Infatti la coppia ufficializza la propria unione dopo 6 anni di fidanzamento e 3 di convivenza. La cerimonia si terrà a Pietrarsa, all’interno del Museo ferroviario, e sarà celebrata dalla Senatrice Monica Cirinnà. Per l’occasione Arcigay Napoli consegnerà alla coppia la tessera onoraria dell’associazione per il valore simbolico della loro unione [>>]

Alla Console Barrosse l’Antinoo d’Oro “per la determinazione nella difesa dei diritti civili”

napoligaypressscritto da napoligaypress Scrivi un commento »

la pergamena consegnata alla consoleUna delegazione dell’associazione Arcigay Napoli guidata dal presidente Antonello Sannino ha incontrato venerdì scorso Colombia A. Barrosse, Console Generale degli Stati Uniti a Napoli, per consegnarle il Premio Antinoo d’Oro 2016.

“Per la determinazione nella difesa dei diritti civili e umani – si legge nelle motiviazioni del premio – e per la generosità con cui ha testimoniato la propria vicinanza alle persone lgbt, dando prova concreta e tangibile della propria solidarietà e manifestando in prima persona, sia come rappresentante degli Stati Uniti d’America sia come madre orgogliosa di un ragazzo omosessuale, un’intelligenza spiccata e una profonda, sincera e rara sensibilità”

La cerimonia si è svolta all’interno del Consolato Americano: alla Console sono stati consegnati una pergamena [nella foto] e una targa con l’effigie di Antinoo (a cui è intitolato il comitato provinciale Arcigay): si tratta della prima edizione di un premio che l’associazione ogni anno assegnerà al personaggio pubblico che si è distinto in città nella difesa dei diritti civili. [>>]

Login